• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Senza categoria

Domenica 17 giugno la giornata “Sicuri sul Sentiero” del CNSAS

Outdoor, trekking, CNSAS, sicurezza, prevenzione© CNSAS

Domenica 17 giugno si terrà “Sicuri sul Sentiero“, l’annuale giornata di prevenzione degli incidenti in quota organizzata dal CNSAS nell’ambito del progetto Sicuri in Montagna. La domenica sarà animata dai tecnici del Soccorso Alpino che insegneranno le basi della sicurezza in montagna. Il messaggio che il CNSAS vuole diffondere è che prevenire gli incidenti è possibile prima di tutto possedendo una preparazione adeguata e una buona conoscenza delle specificità dei sentieri che si vogliono percorrere.

In questa giornata il CNSAS, le Commissioni e le Scuole Centrali di Escursionismo e di Alpinismo Giovanile e quelle di Alpinismo del CAI, nonché enti ed associazioni sensibili, realizzeranno sul territorio eventi dedicati a tutti coloro che vogliono avvicinarsi in modo sicuro al mondo della montagna. L’invito per l’edizione 2018 di sicuri sul sentiero è quindi aperta a tutti, escursionisti e non, di qualsiasi età. L’iniziativa prende vita ogni anno grazie all’impegno del CNSAS e alla voglia di tutti i responsabili del Soccorso di rendere più sicuri i sentieri per gli escursionisti.

Al contrario di quello che si potrebbe credere, l’escursionismo non è una pratica che va presa alla leggera. Anche le vie e i percorsi ritenuti più semplici possono risultare pericolosi per escursionisti e scalatori inesperti o malinformati. Durante lo scorso anno il CNSAS ha registrato oltre novemila interventi di soccorso, cifre che accrescono la preoccupazione per l’incolumità di chi frequenta i rilievi italiani. L’obbiettivo è quindi quello di sensibilizzare gli interessati circa le insidie che la montagna può celare, al fine di godere in tutta sicurezza delle infinite bellezze che regala.

Tecnici del Soccorso Alpino, guide alpine e professionisti del CAI saranno presenti in questa giornata nelle più frequentate località montane per seguire e assistere gli escursionisti, dando loro utili consigli circa la fruizione in sicurezza di vie e sentieri. Chiunque decida di misurarsi con falesie, grotte, sentieri e vie ferrate potrà godere del supporto di esperti della montagna pronti a fornire consigli utili e a guidare gli escursionisti in un approccio più sicuro.

Diverse attività sono già state organizzate in molte località montane: a Malga Cuarnan, presso Sella Foredôr, Gemona (UD), verranno realizzate diverse escursioni a partecipazione libera, con laboratori e lezioni in movimento sul tema della sicurezza in montagna. Alla baita Ciapin, Piani di Bobbio, Valsassina (LC), ci saranno esercitazioni di soccorso con i ragazzi dell’Alpinismo Giovanile CAI. A Monte Manfrè, Catania, avrà luogo un’escursione guidata al monte a cui tutti potranno partecipare. A Monte Brugiana, Massa Carrara, gli interessati potranno assistere ad una dimostrazione professionale di soccorso tecnico e sanitario.

Tante attività saranno organizzate in moltissime località e sui percorsi più frequentati delle regioni alpine: in Piemonte (Piedicavallo, Pian delle Gorre), in Lombardia (Monti di Breglia, Monti di Orimento, Ferrata Minonzio, Ferrata Pesciola, Sentiero degli Stradini, Ferrata della Madonnina, Ferrata Monte Ocone, Ferrata Pierangelo Maurizio), in Liguria (Località Batterie, Rifugio Pian delle Bosse, Prato Rotondo – Beigua,  Centro abitato di Vernazza, Colle Melosa, Alta Valle Argentina, Rifugio Monte Antola), ma anche in Toscana, in Veneto, nelle Marche, in Umbria, in Molise, nel Lazio, in Calabria, in Campania, in Sicilia e in Sardegna.

In moltissime località italiane poi, sia alpine che appenniniche, verranno realizzati presidi delle vie e dei sentieri ed esposti stand informativi sul tema della sicurezza e sulle attività del CAI. Gli enti locali interessati possono inoltre ancora organizzare sul territorio attività per questa giornata all’insegna della sicurezza. La lista completa delle attività, in continuo aggiornamento, è consultabile sul sito del CAI.

La giornata è quindi un’occasione aperta a tutti per vivere al meglio e affrontare con più consapevolezza questo tesoro naturale tutto nostrano.Gli unici requisiti per chi volesse partecipare alle esperienze proposte sono: abbigliamento da escursione, un po’ di tempo da dedicare alla montagna e la voglia di imparare divertendosi.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.