• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Natura, Primo Piano, Ricerca

Dove sono le ultime foreste primarie in Europa? In Italia nel Parco del Gran Sasso

natura, ricerca, gran sasso, foresteBosco Vetusto di Fonte Novello. Foto di Daniele Di Santo

Dove sono le ultime foreste primarie in Europa? A rispondere a questa domanda è un team di ricercatori, coordinato dall’università di Humboldt di Berlino, che ha creato la mappa ad oggi più completa e dettagliata mai realizzata, identificandole in più di 3,4 milioni di acri di 34 Paesi europei (lo studio è consultabile qui).

Più di quanto ci si attendesse, ma comunque rare e frammentate in piccole zone. “Il paesaggio europeo è il risultato di millenni di attività umana e non sorprende, quindi, che solo una piccola parte delle nostre foreste sia ancora sostanzialmente indisturbata” – spiega uno dei coautori Tobias Kuemmerle, direttore del Conservation Biogeography Lab dell’Università di Humbolt. “Sebbene queste foreste corrispondano solo a una minima parte dell’area forestale totale in Europa sono assolutamente eccezionali in termini di valore ecologico e di conservazione“.

Dallo studio è inoltre emerso che l’89% delle foreste primarie mappate si trova nelle aree protette, ma che solo il 46% di queste è sotto stretta protezione con la conseguenza che potrebbero essere minacciate dal disboscamento.

“In molte zone di montagna abbiamo registrato ampie aree di foresta primaria, per esempio in Romania e Slovacchia e in alcuni paesi balcanici“, commenta il coautore Miroslav Svoboda, dell’Università di Life Science di Praga. “Ma la crescente domanda di bioenergia insieme agli elevati tassi di disboscamento illegale stanno portando alla distruzione di questo patrimonio naturale. Le foreste primarie – precisa – hanno un valore eccezionale, sia ambientale che culturale, e preservare la loro integrità dovrebbe essere una priorità di qualsiasi strategia ambientale dell’Unione europea“.

Ma dove si trovano in Italia? Lo studio fa riferimento alla foresta primaria di Fonte Novello, una faggeta di 50 ettari, situata nel Parco Nazionale del Gran Sasso, dove è possibile trovare esemplari di faggio ultracentenari (età media 250 anni), con diametri di oltre un metro e altezze oltre i 40 metri di altezza.

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Cito anche le faggete vetuste della riserva integrale di Sasso Fratino all’interno del Parco Nazionale delle foreste Casentinesi, tra Romagna e Toscana, prima riserva integrale italiana e patrimonio dell’umanità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.