• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

Everest, problemi di bombole a 8500 metri e nuovi record

everest, Alpinismo, himalaya,Il team dell’agenzia Alpenglow in partenza. Foto alpenglowexpeditions.com

Con l’apertura delle vie di salita da parte degli sherpa, molte spedizioni stanno salando da ambo i versanti.

La cronaca alpinistica delle ultime ore registra due nuovi record ed un preoccupante incidente con le bombole d’ossigeno, fortunatamente senza alcuna conseguenza.

La squadra dell’agenzia Alpenglow ha dovuto interrompere l’attacco di vetta dal versante nord ad una quota di 8500 metri a causa di un improvviso malfunzionamento delle bombole di ossigeno. A riportarlo la stessa agenzia e Alan Arnette, in contatto con manager Adrian Ballinger.

In totale sono 14 su 39 quelle che hanno smesso di funzionare a causa del regolatore dell’ossigeno tra maschera e bombola. Nessun cliente, guida e sherpa ha avuto problemi, grazie anche al fatto che Ballinger e gli stessi sherpa hanno dato i loro respiratori agli alpinisti per la discesa.

In base a quanto scritto dalla stessa Alpenglow, altri team hanno riscontrato problemi utilizzando le medesime bombole. La causa potrebbe essere un lotto fallato, al momento l’azienda si sta attivando per indagare sull’accaduto. 

Sempre sul lato tibetano, si registra il record di Ani Lhakpa Sherpa, che, già detentrice del primato femminile con 8 ascensioni dell’Everest, è riuscita a salire in vetta all’Everest per la nona volta (Per leggere la sua storia, qui).

Ci spostiamo sul versante nepalese per segnalare un altro record nepalese, quello di Kami Rita, che ha raggiunto il tetto del mondo per la 22esima volta (Per saperne di più, qui).

Per quanto riguarda le spedizioni più interessanti da seguire, come le due traversate, tutto è ancora in fase di attesa. 

 

Articolo precedenteArticolo successivo

4 Comments

  1. Tanto varrebbe collocare un impianto ad ossigeno con tubature principale e diramazioni, come negli ospedali con distanziati i bocchettoni per gli erogatori e per ricaricare le bombole.

  2. … un bell’impianto di risalita ci vorrebbe… con cabine pressurizzate… un po’ come al monte bianco … o al cervino .. un parco giochi

  3. Un bravo ai salitori, salire sul tetto del mondo non è da tutti, ossigeno o meno!

    Per i Messner della poltrona di cui sopra, attendiamo fiduciosi i vostri report sulle spedizioni domenicali al Centro di Arese oppure all’Eurospin di Lonate Pozzolo.

  4. Bravo G… ma Giorgio o Giuseppe o Giacomo o Gammerlander? No perchè conosci così bene i centri commerciali e i supermercati che chiedo a te dove si spende meno…
    io ho salito solo il Cho Oyu nel 2012 e il Manaslu nel 2014 senza ossigeno…
    ma non sono nulla rispetto a quello che avrai fatto tu …
    Magari fai Super di cognome …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.