• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Eventi, Primo Piano

“Everest 1953-2018”, a Milano una serata dedicata al Tetto del Mondo

 

L’ultimo appuntamento della rassegna “Le Grandi montagne del mondo”,  promossa da Meridiani Montagna, è dedicato all’Everest

Dalla prima salita dell’Everest di Edmund Hillary e dello sherpa Tenzing Norgay sono passati 65 anni. E forse nessun’altra montagna al mondo ha subito nello stesso arco di tempo un cambiamento così profondo. Nel 1953, il Tetto del Mondo era avvolto dal mistero, luogo isolato, rimasto in gran parte ignoto agli occidentali. Oggi, nella stagione premonsonica, il Campo base nepalese è una cittadella dedicata al turismo d’alta quota. Circa settecento persone, due elicotteri che fanno la spola con Kathmandu, sherpa che spianano la strada. E una salita alla cima può costare anche 100mila dollari.

Una grande serata condotta da Marco Albino Ferrari, con la proiezione dello spettacolare film: Beyond the Edge di Leanne Pooley.

L’appuntamento è per stasera, 15 maggio, ore 21,15 – Spazio Oberdan, Milano.

La serata è all’interno del programma milanese del Trento Film Festival

 

 

Beyond The Edge

Leanne Pooley

Nuova Zelanda / 2013 / 90′

Spettacolare ricostruzione documentaristica dedicata alla storica impresa di Sir Edmund Hillary sul Monte Everest nel 1953. In quell’anno, la conquista dell’Everest era ritenuta l’ultima grande sfida nella conquista delle zone inesplorate del globo. Con i suoi 8.848 metri, la montagna più alta del mondo rappresentava una sfida temibile e aveva già rivendicato tredici vite nelle spedizioni precedenti. Nonostante venti terribili, temperature sotto zero e l’altitudine, Sir Edmund Hillary e Tenzing Norgay conclusero finalmente l’impossibile impresa, conquistando per primi la vetta. Un evento che ha sbalordito il mondo e segnato un’epoca. Questo incredibile successo rimane una delle più grandi avventure di tutti i tempi: l’epico viaggio di un uomo di origini modeste che supera le avversità per raggiungere il punto più alto della Terra. È una storia di resistenza umana, di tenacia e di coraggio di fronte alla forza travolgente della natura.

Leanne Pooley

Nata nel 1969, Pooley è regista da oltre vent’anni. Inizia la sua carriera presso la televisione neozelandese. Si trasferisce poi in Inghilterra, dove negli anni novanta dirige documentari per le maggiori emittenti britanniche (BBC, ITV, Channel 4) e per le statunitensi PBS e Discovery. Nel 2009 il suo film “Topp Twins-Untouchable Girls” vince il premio “People’s Choice” al Toronto Film Festival.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *