• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Morte di Tito Traversa, il pm chiede due condanne a 4 anni per omicidio

cronaca tito traversa arrampicata

Era il luglio del2013 quando la giovane promessa dell’arrampicata sportiva Tito Traversa perdeva la vita a 12 anni dopo essere caduto in falesia a Orpierre, nell’alta Provenza.

Per il fatto, il pm Francesco La Rosa ha chiesto due condanne per omicidio colposo: 4 anni e 4 mesi per l’istruttore del ragazzo presente all’incidente, che avrebbe dovuto vigilare, e 4 anni per l’imprenditore bergamasco che produsse una parte dell’apparecchiatura utilizzata dal giovane senza però allegare nel manuale, secondo l’impostazione accusatoria, adeguate indicazioni sul suo utilizzo. Secondo il pm infatti, la causa della caduta fu un difetto nel montaggio degli agganci di sicurezza: le fettucce dei rinvii erano state fatte passare fuori dal moschettone nei soli gommini blocca-fettuccia, invece di essere inserite prima all’interno dei moschettoni stessi.

Per il responsabile della scuola frequentata da Traversa, che era anch’esso indagato, è stata invece proposta l’assoluzione.

La sentenza è prevista a maggio.

Il processo era ripreso ad inizio dicembre 2017 dopo una sospensione causata dal trasferimento del giudice ad un’altra sezione del Tribunale di Torino.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *