• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

AGGIORNATO – Valanga a Pila, intervento concluso: due vittime e due feriti

@ La Stampa Aosta

AGGIORNAMENTO ore 18.30 – Si è concluso attorno alle 15 l’intervento del Soccorso Alpino a Pila, il bilancio è di 2 morti e due feriti, estratti dalla neve e portati all’Ospedale Parini di Aosta. La prima vittima è stata trovata lungo il pendio, mentre il quarto sciatore è stato trascinato dalla massa nevosa fino al lago dove, a causa del peso, il ghiaccio di superfice ha ceduto; il corpo è stato recuperato dai sommozzatori dei Vigili del fuoco.

Secondo quanto riporta il quotidiano online AostaSera, i quattro, che erano in coda, facevano parte di un gruppo di un corso avanzato di scialpinismo organizzato dalla scuola “Pietramora”, formata delle sezioni del Club Alpino Italiano di Cesena, Faenza, Forlì, Imola, Ravenna e Rimini.

In base a una prima ricostruzione del Soccorso alpino della Guardia di Finanza di Entreves la slavina è stata provocata dal passaggio di un elevato numero di persone nel punto dove si scollina e la pendenza cambia. Il fronte della valanga è di circa 200-250 metri con uno sviluppo di 600 metri.

Adriano Favre, sentito da Rai News, ha confermato che il pericolo valanghe nella zona era “piuttosto basso” salvo “un piccolo incremento nel fine settimana per un rialzo delle temperature ma moderato”.

La procura d’Aosta intanto ha aperto un’indagine. Il pm Eugenia Menichetti, che ha effettuato nel primo pomeriggio un sopralluogo a bordo dell’elicottero della Guardia di Finanza nella zona in cui è caduta la slavina, ha spiegato: “Stiamo facendo tutti gli accertamenti per vedere se ci sono delle responsabilità è stata una tragedia è davvero impressionante il fronte che si è staccato”.


AGGIORNAMENTO ore 13.30 – E’ di due morti e due feriti il bilancio, provvisorio, della valanga che si è staccata alle 11 di questa mattina nella zona sopra il lago di Chamolé, lungo la salita che porta al rifugio Arbolle. 

Due scialpinisti sono stati estratti vivi e sono in condizioni stabili all’Ospedale Parini di Aosta.

Due sono invece gli sciatori trovati senza vita dai soccorritori, che stanno continuando le la ricerca. Sul posto anche il nucleo sommozzatori del Comando Vigili del Fuoco di Torino per la ricerca di eventuali dispersi nel lago. 


AGGIORNAMENTO ore 12.30 – Sono almeno cinque gli sciatori travolti dalla valanga. Di questi, due sono stati estratti vivi e sono stati trasportati all’Ospedale Parini di Aosta.

Testimoni presenti sul posto hanno riferito ai soccorritori di aver visto ‘diverse persone’ travolte.


Ore 12.11 – E’ ancora in corso l’intervento del Soccorso Alpino valdostano a Pila, dove verso le 11 di questa mattina, 7 aprile, si è staccata una valanga di grandi dimensioni al Col Chamolé, sopra il lago, lungo la salita che porta al rifugio Arbolle; una zona frequentata per il fuoripista. 

Dalle prima testimonianze degli sciatori sul posto, potrebbero essere stati coinvolti diversi scialpinisti. 

Al momento per le ricerche, che ricordiamo sono ancora in corso, sono sul posto due elicotteri, guide e tecnici del soccorso e le unità cinofile. 

Notizia in aggiornamento.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *