• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Sondaggi, Top News

Siete d’accordo con l’organizzazione di grandi eventi in alta quota?

Il concerto di Bob Sinclar sul Monte Spinale. Foto @ Trento Today

Due concerti, uno del rapper Jake La Furia e uno del dj e producer Bob Sinclar, hanno sollevato un importante dibattito non solo nel mondo della montagna, come vi abbiamo riportato, ma anche tra i lettori di montagna.tv.

La questione si dibatte tra chi ritiene che le montagne non siano i luoghi adeguati per ospitare eventi simili e chi invece li considera come un’opportunità di sviluppo del turismo. E voi cosa ne pensate? diteci la vostra!

 

Loading

Siete d'accordo con l'organizzazione di grandi eventi in alta quota?

Grazie per aver votato
Hai espresso il tuo voto (puoi votare solo una volta)
Selezionare una risposta prima di votare
    Articolo precedenteArticolo successivo

    2 Comments

    1. la natura non deve essere contaminata da eventi rumorosi;
      vedi gran premio di Monza all’interno di un parco spettacolare…. che indecenza

    2. Da un lato vorremmo conservare intatto il nostro ambiente preferito, dall’altro assistiamo da oltre 60 anni a una montagna che continuamente si spopola per mancanza di risorse. Legnami, marmi, graniti, allevamento bestiame, sport invernali e turismo consentono solo a pochi residenti in montagna un tenore di vita paragonabile a quello delle zone industriali. Sono quindi propenso a lasciare spazio a iniziative che permettano a chi ama il proprio ambiente di viverci senza troppe rinunce. Ci sono leggi e regole che si devono rispettare ed e’ compito delle autorita’ locali occuparsene. Cosa che spesso si tralascia per mancanza di introiti. Con nuovi introiti e buona volonta’ si possono realizzare tanti progetti a favore senza deteriorare troppo l’ambiente, nonostante un certo intacco sia inevitabile. La montagna non e’ l’unico ambiente che col moderno modo di vivere si sta degradando. Purtroppo i nostri dogma di continua crescita economica e progresso non lasciano altra scelta. In tutto il mondo la gente abbandona le zone rimaste al naturale e si trasferisce nelle citta’ o nelle vicinanze, pochissimi osano il contrario, dipendiamo da troppi fattori e non vogliamo rinunciarci.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *