• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Sondaggi, Top News

SONDAGGIO – Togliere o no i supporti sulla via francese al Monte Bianco? Diteci la vostra

La via francese al Monte Bianco. Foto @ Valle d’Aosta Geolocal

Pochi giorni fa vi abbiamo chiesto sul nostro profilo Instagram se eravate d’accordo o meno con la proposta delle Guide Alpine francesi di smantellare tutte le facilitazioni presenti sulla via normale francese al Monte Bianco. Tale proposta nell’ottica degli organizzatori dovrebbe garantire l’ascesa al tetto delle Alpi ai soli alpinisti esperti o al massimo a coloro che sono accompagnati da guide.

Al sondaggio il 47% dei votanti si è detto d’accordo, mentre il 53% si è trovato in disaccordo.

Vorremmo ora riproporre il quesito sul sito internet, approfondendo maggiormente con voi la questione.

Loading

Siete d'accordo con la proposta delle Guide Alpine francesi?

Grazie per aver votato
Hai espresso il tuo voto (puoi votare solo una volta)
Selezionare una risposta prima di votare
    Articolo precedenteArticolo successivo

    5 Comments

    1. Scusate l’ignoranza, ma visto che la maggior parte degli incidenti avviene nel Canalone Gouter a causa della caduta di massi anche di enormi dimensioni, non sarebbe il caso di trovare un itinerario alternativo ? Sarebbe una soluzione difficilmente praticabile ? E’ vero che esperienza ed attrezzatura aiutano, ma spesso sono stati coinvolti anche alpinisti non alle prime armi.
      Allego un articolo non recente ma interessante.

    2. la mia risposta è NO ma non mi ci trovo nelle motivazioni proposte.
      Nel 2015 effettuai la salita dal Gonella per scendere poi al Col du Midi. Nella discesa sotto il Tacul, per superare dei serracchi, con nostro piacere, scoprimmo che erano state poste delle scale in alluminio. Senza queste la discesa sarebbe stat fattibile lo stesso allungando il percorso e aumentando i rischi del caso.
      Per farla breve, per me le persone continuerebbero a salire lo stesso ma si esporrebbero anche a maggiori possibilità di incidenti (provocati o subiti da chi precede).

    3. E’ vero che gli aiuti creano a volte delle false sicurezze ma se il pericolo è dato dalla caduta di pietre anche il ricorso alla guida è una falsa sicurezza.Direi che sarebbe meglio attrezzare un itinerario alternativo relativamente alla sola parte interessata dalle frane.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.