• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Curiosità, Primo Piano

Anche gli androidi sognano di scalare l’Everest

L’umanoide Sophia. Foto @ Skanda Gautam

Di robot sulla vetta dell’Everest non se ne sono mai visti, ma a breve anche questo record potrebbe essere battuto. Sophia, un robot androide sviluppato da una società di Hong Kong, ha infatti annunciato durante una conferenza sui servizi pubblici e sullo sviluppo a Kathmandu, che forse sarà la prima non umana a scalare l’Everest.

Il robot umanoide – dotato della più avanzata intelligenza artificiale disponibile – si trovava nella capitale per testimoniare gli obiettivi sostenibili ed innovativi che le Nazioni Unite hanno in programma di raggiungere in Nepal.

Sophia è infatti, secondo gli organizzatori, la dimostrazione che le opportunità offerte dallo sviluppo dell’intelligenza artificiale siano infinite. Potrebbe infatti contribuire nello sviluppo della medicina, nel miglioramento del sistema scolastico e nel collegamento tra le aree più remote del Nepal, oltre a poter contribuire nella ricostruzione del dopo terremoto e nella lotta alla corruzione.

Finora gli 8000 sono stati una zona franca che nessun robot ha mai raggiunto. Vedremo ora se anche questo confine sarà abbattuto e quali frontiere aprirà.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.