• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cultura

Roma, mostra "sulle tracce dei ghiacciai"

immagine

ROMA — Un secolo di cambiamenti climatici “fotografati” sui ghiacciai del Karakorum. Ecco il tema della spettacolare mostra “Sulle tracce dei ghiacciai” che verrà inaugurata questa sera a Roma e racconterà, attraverso le foto scattate dai pionieri come Vittorio Sella nel 1909 e quelle catturate dal fotografo Fabiano Ventura nel 2009, la storia di queste montagne e di come sono cambiate nel corso degli ultimi decenni.

Quando lo spettacolo si unisce alla scienza. La mostra “Sulle tracce dei ghiacciai” è un appuntamento imperdibile per appassionati di montagna, di clima, di ricerca, di viaggi e non solo. Le fotografie esposte, storiche e moderne, mostrano un confronto fotografico e scientifico dei ghiacciai del Karakorum e di come sono variati negli ultimi 100 anni a causa dei cambiamenti climatici.  

Ventura, infatti, la scorsa estate ha ripercorso il cammino della spedizione del Duca degli Abruzzi del 1909 insieme ad un gruppo di ricercatori, fotografando le montagne intorno al K2 dalla stessa angolazione usata cent’anni prima da Vittorio Sella e poi da Massimo Terzano.

La mostra di Roma, prodotta con 40 stampe fotografiche di questo primo viaggio del progetto fotografico-scientifico “Sulle Tracce dei Ghiacciai” e con le stampe storiche dei pionieri, sarà allestita presso la Sala Santa Rita in Roma, in via Montanara 8.

Tutte le immagini esposte sono accompagnate da didascalie in italiano e inglese scritte dallo stesso Ventura e dal Comitato Scientifico, che comprende due tra i maggiori esperti mondiali nel campo della glaciologia: Claudio Smiraglia dell’Università Statale di Milano, già Presidente del Comitato Glaciologico Italiano, e Kenneth Hewitt, Professore Emerito di Geografia e Studi Ambientali alla Wilfrid Laurier University, Waterloo, Ontario, Canada. Due grandi schermi LCD, presenti nella sala, mostreranno il trailer del documentario girato durante la spedizione.

L’esposizione sarà ad ingresso libero e resterà aperta dal 25 febbraio al 1 aprile 2010, dal martedì al sabato dalle 10 alle 18. L’inaugurazione sarà stasera alle 18 mentre, il 3, il 12 e il 19 marzo, alle 17, sarà possibile incontrare l’autore presso la mostra.

L’esposizione è promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma ed organizzata dall’Associazione Macromicro con la sponsorizzazione di Enel Green Power e la collaborazione di  Zètema Progetto Cultura. Nei prossimi, “Sulle tracce dei ghiacciai” visiterà il Caucaso, le Alpi, l’Alaska e le Ande.
 

Sara Sottocornola

Info courtesy www.sulletraccedeighiacciai.it 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.