• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
L'approfondimento, Primo Piano, Ricerca

L’arrampicata è un antidepressivo, parola di scienziati

Una ricerca condotta dall’Università di Erlangen-Nuremberg in Germania ha dimostrato che l’arrampicata è un ottimo antidepressivo. Lo studio è stato condotto su 100 pazienti, che per due mesi hanno arrampicato per tre ore a settimana. Al termine delle otto settimane, i ricercatori hanno notato che i livelli di depressione erano migliorati.

Secondo gli esperti, la pratica dell’arrampicata avrebbe benefici sull’umore perché è uno sport che richiede concentrazione, riducendo così comportamenti tipici della depressione, quali il rimuginare. Inoltre, arrampicare avrebbe effetti positivi sul senso di autoefficacia, ossia la fiducia che ogni persona ha sulle proprie capacità di ottenere gli effetti voluti con la propria azione, e stimolerebbe la socialità.

Secondo gli studiosi introdurre negli ospedali l’arrampicata sportiva potrebbe essere utile come coadiuvante ai trattamenti clinici.

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. gli arrampicatori da falesia sono le persone più menose del pianeta ce ne hanno sempre una da lamentarsi altro che antidepressione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *