• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Patagonia, Top News

Della Bordella e Schiera sulle tracce di Maestri alla nord del Cerro Torre

Matteo Della Bordella e Luca Schiera nella serata di ieri a Lecco
Matteo Della Bordella e Luca Schiera nella serata di ieri a Lecco

LECCO — Il versante nord del Cerro Torre, seguendo la linea della via del ’59 di Cesare Maestri: è questo l’obiettivo nel mirino di Matteo Della Bordella e Luca Schiera. L’annuncio è stato dato da Fabio Palma, presidente del gruppo Ragni della Grignetta, ieri sera alla Camera di Commercio di Lecco, durante l’evento di apertura di High Summit, la Conferenza internazionale sui cambiamenti climatici in corso a Lecco.

La spedizione dei Ragni si terrà il prossimo gennaio 2014. I dettagli sulla via non sono ancora molti, e del resto mancano ancora alcune settimane alla partenza. Quello che è certo ad oggi è l’obiettivo: Cerro Torre, versante nord-est, vale a dire quello interessato dalla salita di Cesare Maestri e l’austriaco Toni Egger del 1959, la prima tanto discussa sulla montagna simbolo della Patagonia.

“Se Maestri è salito o no su quella parete oggi non lo so, andremo a vedere” – ha dichiarato Matteo Della Bordella. L’idea infatti è quella di seguire la sua linea descritta dal Ragno delle Dolomiti, o eventualmente, se non dovessero trovarla aprire una nuova via. E rispetto all’Arca de los vientos, l’attuale unica via arrivata in cima al Torre da quel versante, il Ragno di Lecco spiega che loro vorrebbero muoversi più a sinistra.

“L’Arca de los vientos sale a destra dello spigolo – spiega Della Bordella -. Invece noi pensiamo, ma è tutto da vedersi, di salire a sinistra dello spigolo dove c’è già dei tentativi di Ponholzer-Steiger. In teoria proprio la linea seguita da Maestri. Vedremo comunque quando arriveremo là”.

In occasione del 40esimo anniversario della prima salita dei Ragni alla Ovest del Torre – la mitica spedizione di Casimiro Ferrari del 1974 – saranno in Patagonia anche altri Ragni di Lecco: Mariolino Conti e Matteo Bernasconi, quest’ultimo in cordata con la Guida Alpina Davide Spini. Il loro obiettivo tuttavia non è ancora stato svelato.

Articolo precedenteArticolo successivo

3 Comments

Rispondi a Valerio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.