• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Curiosità, Primo Piano, Turismo

Bergün, il paesino tra le montagne svizzere, dove è vietato fare foto

A Bergün, ridente paese circondato dalle montagne svizzere alle porte dell’Engadina, non si possono più fare foto. Vietato immortalare le deliziose casette, le chiesa romanica, i monti e nemmeno la ferrovia retica patrimonio dell’UNESCO. A decretarlo il Comune, che ha emanato un’ordinanza con cui impone il divieto generale di fotografare il paesaggio.

Secondo le autorità locali, infatti, “è scientificamente risaputo che le belle fotografie scattate durante le ferie e condivise poi sui social media fanno sentire ‘infelice’ chi le osserva e non può trovarsi nei luoghi raffigurati”.

“Noi non vogliamo rendere infelici le persone che vivono fuori dalla nostra comunità, ma piuttosto vogliamo invitarli a venire qui e vivere personalmente l’esperienza che questi lidi possono offrire”, spiega il sindaco Peter Nicolay.

Secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa svizzera ATS, la cosa non è stata presa alla leggera, infatti sono comparsi cartelli di divieto un po’ ovunque nel territorio comunale e per i trasgressori è stata prevista una multa di 5 franchi, circa 4,60 euro. I soldi delle multe andrebbero in favore della tutela delle Alpi nella valle dell’Albula.

Inoltre, anche l’associazione Bergün-Filisur Turismo ha deciso di rispettare il divieto e si è rifiutata, su richiesta, di inviare foto del paese ai media. “Il divieto è legalmente valido e ci atteniamo ad esso”, ha dichiarato all’ATS il direttore dell’associazione Marc-Andrea Barandun. Bergün, la quale scomparirà anche dall’etere: tolte tutte le foto dai profili Facebook, Twitter ed Instagram dell’associazione turistica, prossimo passo anche il sito web.

Articolo precedenteArticolo successivo

3 Comments

Rispondi a baroldi fabio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.