Arrampicata sportiva – Montagna.TV https://www.montagna.tv/cms Le notizie della montagna in tempo reale Tue, 11 Dec 2018 14:43:45 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.8 Arrampicata, in Cina Stefano Ghisolfi chiude la Coppa del Mondo Lead in argento https://www.montagna.tv/cms/132500/arrampicata-in-cina-stefano-ghisolfi-chiude-la-coppa-del-mondo-lead-in-argento/ https://www.montagna.tv/cms/132500/arrampicata-in-cina-stefano-ghisolfi-chiude-la-coppa-del-mondo-lead-in-argento/#respond Mon, 29 Oct 2018 09:55:53 +0000 https://www.montagna.tv/cms/?p=132500 Si è chiusa la Coppa del Mondo di arrampicata specialità Lead con l’ultima tappa in Cina, a Xiamen, dove Stefano Ghisolfi conquista il secondo posto terminando alle spalle di Domen Skofic (ma in finale raggiungono entrambi la stessa presa) la prova.

Risultato che gli permette di confermare anche il secondo posto nella classifica generale alle spalle di Jakob Schubert. Un vero peccato per la prova di Coppa di una settimana fa a Wujiang, quando il maltempo ha cristallizzato le posizioni in base ai piazzamenti in semifinali con Ghisolfi costretto ad accontentarsi del quinto posto.

Buoni risultati a Xiamen anche per Francesco Vettorata, che supera le qualificazioni ma si ferma in semifinale ed è 15°. Marcello Bombardi è 18°, Michael Piccolruaz 19°.

Peccato invece per la gara di velocità con Ludovico Fossali e Gianluca Zodda che si fermano agli ottavi di finale. Con questo risultato Fossali conferma il settimo posto nella Classifica finale di Coppa del Mondo di specialità.

]]>
https://www.montagna.tv/cms/132500/arrampicata-in-cina-stefano-ghisolfi-chiude-la-coppa-del-mondo-lead-in-argento/feed/ 0
Nuovo grattacielo ed arresto per Alain Robert, lo spiderman francese https://www.montagna.tv/cms/132433/nuovo-grattacielo-ed-arresto-per-alain-robert-lo-spiderman-francese/ https://www.montagna.tv/cms/132433/nuovo-grattacielo-ed-arresto-per-alain-robert-lo-spiderman-francese/#respond Fri, 26 Oct 2018 10:41:57 +0000 https://www.montagna.tv/cms/?p=132433 Lo spiderman francese, Alain Robert, è stato ancora una volta arrestato per aver scalato un grattacielo. L’impresa è avvenuta a Londra, dove il climber ha raggiunto la vetta della Heron Tower, che con i suoi 202 metri è uno degli edifici più alti della capitale britannica. Pare che sia stato un colpo di fulmine: “L’ho visto, l’ho toccato, solo un piccolo tocco“.

Io mi sento pienamente vivo solo quando la mia vita è in gioco, può sembrare spaventoso e folle, ma è così” aveva dichiarato in passato Robert, il quale nel suo palmares ha il Burj Khalifa (828 metri) a Dubai, il grattacielo più alto del mondo, ma anche il 101 di Taipei, a Taiwan, e l’edificio di Lloyds sempre a Londra per citare solo alcune della sue 160 scalate urbane. 

 

]]>
https://www.montagna.tv/cms/132433/nuovo-grattacielo-ed-arresto-per-alain-robert-lo-spiderman-francese/feed/ 0
Adam Ondra vs Stefano Ghisolfi, intervista doppia https://www.montagna.tv/cms/132346/adam-ondra-vs-stefano-ghisolfi-intervista-doppia/ https://www.montagna.tv/cms/132346/adam-ondra-vs-stefano-ghisolfi-intervista-doppia/#respond Fri, 26 Oct 2018 04:00:31 +0000 https://www.montagna.tv/cms/?p=132346 Abbiamo approfittato della Champions Challenge che si è svolta qualche tempo fa ad Arco di Trento per fare un’intervista doppia ai due protagonisti indiscussi dell’arrampicata italiana e mondiale. Adam Ondra e Stefano Ghisolfi. Abbiamo fatto a entrambi le stesse domande, ottenendo quest’interessante intervista doppia.

 

Qual è per voi il significato di questa sfida?

Stefano Ghisolfi. Sicuramente è una bella esperienza perché si tratta di una sfida unica nel suo genere. Noi facciamo tante gare, scaliamo tanto su roccia, ma non ci confrontiamo mai in una sfida del genere uno contro l’altro. Anche se, in realtà, non è tanto uno contro l’altro quanto uno con l’altro. è un evento divertente perché c’è una sfida, che però passa in secondo piano in favore della collaborazione. La parte bella sta nel vedere gli scambi che si sono, l’amicizia. Questo per me è il significato più importante.

Andam Ondra. Per me valgono gli stessi principi. Mi piace molto questa competizione, è quasi come una gara su roccia (ride). Magari può essere d’aiuto per aprire la mente agli appassionati che seguono le gare: sarebbe interessante capire come potrebbe essere una gara su roccia.

Tra poco ci saranno le prime Olimpiadi con l’arrampicata protagonista, quanto è importante per due atleti vedere questo sport approdare tra quelli olimpici?

Stefano Ghisolfi. È il passo che l’arrampicata avrebbe dovuto fare per diventare uno sport rilevante. È importante perché l’essere alle Olimpiadi aiuta a dare molta più visibilità alla disciplina e questo crea molto più interesse nella gente.

Essere parte degli sport olimpici aiuterà a vedere l’arrampicata in modo diverso, anche se poi cambierà dovendo rispettate un format olimpico.

Andam Ondra. L’arrampicata se lo merita. È uno sport interessante, anche per le masse. Alla fine, secondo me, essere alle Olimpiadi sarà di grande aiuto per il mondo delle gare. Aiuterà a far crescere le palestre nel mondo. Non penso invece che cambierà negativamente le falesie, l’arrampicata su roccia.

Che tipo di influenza può avere sulle falesie l’arrampicata olimpionica?

Stefano Ghisolfi. Secondo me ci sarà un grosso aumento delle palestre e delle persone che scalano in città.  Sulla roccia invece ci sarà anche un piccolo aumento, ma sarà una percentuale molto minore. Probabilmente roccia e palestra rimarranno due scenari separati in cui uno, quello della palestra, crescerà di parecchio e di conseguenza crescerà anche un po’ il movimento su roccia ma non è detto.

Adam Ondra. Non penso che organizzare un campionato del mondo su roccia sia un’idea molto saggia dal punto di vista ambientale. Non esiste una falesia in grado di ospitare 5mila persone senza che venga distrutta la natura circostante. Credo che con le olimpiadi si continuerà a seguire il trend degli ultimi anni in cui c’è stato un aumento considerevole delle persone che scalano in palestra, ma solo forse un 50 percento in più che scala su roccia.

Voi cosa preferite tra roccia e palestra?

Stefano Ghisolfi. Diciamo che sono 50 e 50. Ho sempre praticato entrambe e credo che uno bilanci l’altro. Ho bisogno di entrambe, per me non ce n’è una meglio e una peggio.

Adam Ondra. Se dovessi scegliere sceglierei la roccia ma anche la palestra mi piace, come anche il mondo delle gare. Io mi considero soprattutto un rocciatore ma, per esempio, la palestra, è uno strumento molto utile per l’allenamento congeniale alla roccia. Diciamo che senza la palestra non sarei in grado di fare un 9c.

Può ancora aumentare il grado nell’arrampicata?

Adam Ondra. Quando ho iniziato a scalare avevo 6 anni e in quel periodo esisteva al massimo il 9a+, ma era ovvio che non c’era un limite. Sicuramente più aumenti la difficoltà, più le cose diventano difficili, ma io ho sempre creduto che il 9c fosse possibile. Adesso, dopo aver fatto il 9c so che è possibile realizzare un 9c+ o un 10a. Probabilmente però ci vorranno ancora venti o trent’anni e non sarò certamente io a fare il primo 10a.

Stefano Ghisolfi. E non sarò nemmeno io (ride). Sicuramente si, l’arrampicata è uno sport relativamente giovane. Rispetto alle discipline che si praticano da tempi antichi l’arrampicata moderna ha 30 o quarant’anni al massimo. Di sicuro c’è possibilità di sviluppo, grazie anche a un continuo miglioramento delle tecniche di allenamento.

Adam Ondra. Si tratta di un’attività estremamente complessa. Ci sono tanti fattori in gioco che possono essere migliorati. Non si tratta di un movimento unico da ripetere costantemente.

]]>
https://www.montagna.tv/cms/132346/adam-ondra-vs-stefano-ghisolfi-intervista-doppia/feed/ 0
La spettacolare parete d’arrampicata nel cuore di Londra https://www.montagna.tv/cms/132224/la-spettacolare-parete-darrampicata-nel-cuore-di-londra/ https://www.montagna.tv/cms/132224/la-spettacolare-parete-darrampicata-nel-cuore-di-londra/#respond Mon, 22 Oct 2018 06:00:55 +0000 https://www.montagna.tv/cms/?p=132224 Arrampicarsi sui vetri potrebbe ben presto avere un significato diverso a Londra.

E’ in costruzione un nuovo grattacielo, TwentyTwo, dotato di una meravigliosa vetrata vista City, che è resa ancora più bella dalla prese d’arrampicata che consentono di scalare sul vetro al 42esimo piano.

Sfortunatamente sembra che l’area sia destinata solo ai dipendenti degli uffici e comunque non è ancora il momento di infilare le vostre scarpette nel trolley, la costruzione sarà infatti pronta solo nell’estate 2019. 

]]>
https://www.montagna.tv/cms/132224/la-spettacolare-parete-darrampicata-nel-cuore-di-londra/feed/ 0
Champions Challenge: tutti pazzi per Ondra e Ghisolfi https://www.montagna.tv/cms/132104/132104/ https://www.montagna.tv/cms/132104/132104/#respond Wed, 17 Oct 2018 08:00:00 +0000 https://www.montagna.tv/cms/?p=132104 Una folla da record, attenta e appassionata, ha accompagnato sabato 13 ad Arco i racconti e le prestazioni in parete di Adam Ondra e Stefano Ghisolfi. È stata una giornata celebrativa per i due grandi atleti ma non solo: al centro dello spettacolo anche una profonda amicizia, la passione per l’arrampicata, l’amore per Arco.

Il pubblico che ha assistito alla Champions Challenge ha vissuto un’esperienza condivisa tra spettatori di tutte le età oltre ad aver assistito a un momento educativo grazie a cui scoprire i segreti di una disciplina in prepotente ascesa come l’arrampicata sportiva.

Ondra e Ghisolfi hanno trascorso una intera giornata insieme ai fan accorsi in gran numero e il programma ha regalato momenti imperdibili, in una sorta di live show a diretto contatto con i campioni.

Champions Challenge, Adam Ondra, Stefano Ghisolfi, Arco di Trento, Garda Trentino
FotoArchivio Garda Trentino ph. G.P. Calzà

È stata una giornata straordinaria – ha evidenziato Adam Ondra, Ambassador del Garda Trentino, visibilmente colpito dall’affetto della gente. – Con Stefano ci siamo sfidati ma anche divertiti tantissimo, sia incontrando il pubblico sia scalando insieme sulla roccia e sulla parete del Rock Master Stadium. Conosco Stefano da quando siamo bambini e ogni volta incontrarci e sfidarci fa crescere la nostra amicizia. Champions Challenge è un evento dedicato a noi ma soprattutto una celebrazione del climbing, dell’amicizia e della passione per l’arrampicata che si respira nel Garda Trentino”. Alle parole di Ondra fa eco Stefano Ghisolfi. “Queste ore sono state molto intense – ha detto l’atleta che ha scelto di vivere ad Arco. – Champions Challenge ha esaurito tutte le mie energie, ma è stata un’esperienza molto divertente. Ho apprezzato come sempre arrampicare insieme a Adam, che è una persona con una inesauribile dote di energia. Racconterò ancora la bellezza di questa giornata nei miei post sui social, ora sono troppo stanco per scrivere qualcosa che abbia un senso”.

L’evento è andato avanti dal mattino alla sera: partenza al mattino presso il Rock Master Stadium, con il clinic sul tema “Studiare e preparare una via estrema” e prosecuzione nel pomeriggio alla Falesia Pueblo di Massone dove i due atleti si sono cimentati su due vie di 8c. Tentativo purtroppo non andato a buon fine. Infine “Rock Night Show” al Rock Master Stadium con la tanto attesa sfida tra Ondra e Ghisolfi in parallelo sulla via studiata e lavorata al mattino. Nella magica atmosfera del Rock Master Stadium, Ondra e Ghisolfi hanno trovato il tempo per parlare anche di Tokyo 2020, della prima olimpiade che vedrà l’arrampicata protagonista, confessando di sentirsi un po’ indietro rispetto a chi si allena solo per quell’obiettivo.

]]>
https://www.montagna.tv/cms/132104/132104/feed/ 0
Champions Challenge: Montagna.tv seguirà la sfida stellare tra Adam Ondra e Stefano Ghisolfi https://www.montagna.tv/cms/131765/champions-challenge-montagna-tv-seguira-la-sfida-stellare-tra-adam-ondra-e-stefano-ghisolfi/ https://www.montagna.tv/cms/131765/champions-challenge-montagna-tv-seguira-la-sfida-stellare-tra-adam-ondra-e-stefano-ghisolfi/#respond Fri, 12 Oct 2018 06:00:12 +0000 https://www.montagna.tv/cms/?p=131765 Il talento ceco, ambassador del Garda Trentino, e il campione italiano saranno i protagonisti il 13 ottobre ad Arco di una giornata all’insegna dell’arrampicata: clinic sui segreti della preparazione, sfida in parete al Pueblo di Massone e infine salita in parallelo su un percorso inedito al Rock Master Stadium. Montagna.tv seguirà per voi l’evento sul posto, raccontandovi tutte le le sfide e le emozioni della manifestazione.

Reduce dal campionato del mondo di arrampicata a Innsbruck (Austria), dove ha raccolto due argenti (uno nella specialità lead e uno nella nuova disciplina della combinata olimpica), il fenomeno del climbing Adam Ondra è gia pronto ad affrontare il prossimo impegno. Qualche giorno di riposo e poi sarà di nuovo protagonista nel Garda Trentino, per l’edizione 2018 di Champions Challenge, la sfida-evento che lo vedrà opposto in un appassionante confronto a Stefano Ghisolfi il 13 ottobre ad Arco.

Ondra, dal 2016 apprezzato ambassador ufficiale del territorio, e Ghisolfi, ormai arcense di adozione, sono due campioni che hanno nel cuore il Garda Trentino, la destinazione dove l’arrampicata sportiva è di casa e si può vivere sempre al massimo livello, dai grandi eventi agonistici alle vie estreme in falesia.

Champions Challenge sarà per tutti gli appassionati una ghiotta occasione per vivere una giornata intera fianco a fianco ai due talenti del climbing, tra gli strapiombi del Rock Master Stadium di Arco e l’enorme grotta del Pueblo di Massone. Un’occasione irripetibile per imparare come i campioni studiano, preparano e affrontano una via estrema, su roccia e su parete artificiale. Tutti avranno la possibilità di rubare con gli occhi i segreti dei due atleti in azione e di ascoltare dalla loro voce il racconto di cosa serve per arrivare al vertice mondiale della specialità, seppure con tecniche e stili diversi.

Adam Ondra è l’unico atleta al mondo ad aver conquistato in passato l’oro sia nella specialità boulder che lead nello stesso mondiale. Nel suo palmares c’è il primo 9c della storia, quel “Silence” che si trova all’interno della Grotta Flatanger in Norvegia ed è giudicata la via più dura in assoluto. Adam l’ha liberata nel settembre 2017.

Stefano Ghisolfi, atleta di punta della nazionale italiana, è stato protagonista delle finali di Coppa del Mondo degli ultimi anni ed è già salito quattro volte sul gradino più alto del podio. Torinese ma ormai a tutti gli effetti arcense di adozione proprio per la possibilità di praticare l’arrampicata ad altissimi livelli, ha aperto il primo 9b in Italia ed ha salito altre 3 vie dello stesso grado.

Il programma di Champions Challenge è un vero e proprio concentrato di arrampicata sportiva a 360 grandi. Si comincia con un clinic alle 9.30 presso il Rock Master Stadium. Il tema è: “Studiare e preparare una via estrema”. Nel tempio moderno dell’arrampicata Ondra e Ghisolfi sveleranno i loro sistemi e forniranno piccoli e grandi consigli per studiare e preparare una scalata al limite.

Nel pomeriggio, alle 15.30, un attesissimo “live” alla falesia Pueblo di Massone: il tentativo di scalare una nuova via oltre il grado 9. Si potranno seguire da vicino i due campioni nelle varie fasi della prestazione: riscaldamento, studio, visualizzazione e concentrazione per poi spingerli verso l’alto con la passione del tifo.

La lunga giornata dei due campioni e amici si chiuderà con il “Rock Nigth Show” al Rock Master Stadium, dove si sfideranno salendo in parallelo la via studiata e lavorata al mattino. Due stili, due tattiche a confronto, esaltate dalla formula dell’arrampicata in parallelo. Per terminare la serata Adam e Stefano condivideranno con il pubblico storie e segreti della loro vita di climbers e non mancherà il momento per i selfie e gli autografi. Ci sono tutti gli ingredienti perfetti per vivere una giornata magica e fare il pieno di emozioni.

]]>
https://www.montagna.tv/cms/131765/champions-challenge-montagna-tv-seguira-la-sfida-stellare-tra-adam-ondra-e-stefano-ghisolfi/feed/ 0
Olimpiadi, Filip Schenk sfiora il bronzo. Le prime medaglie d’oro dell’arrampicata a Giappone e Austria https://www.montagna.tv/cms/131905/olimpiadi-filip-schenk-sfiora-il-bronzo-le-prime-medaglie-doro-dellarrampicata-a-giappone-e-austria/ https://www.montagna.tv/cms/131905/olimpiadi-filip-schenk-sfiora-il-bronzo-le-prime-medaglie-doro-dellarrampicata-a-giappone-e-austria/#respond Thu, 11 Oct 2018 10:26:19 +0000 https://www.montagna.tv/cms/?p=131905 Solo due punti hanno separato dalla medaglia olimpica Filip Schenk, che ha terminato la combinata al quarto posto, poco sotto al francese Sam Avezou. Il 18enne della Valgardena si è piazzato quarto nella prova speed, secondo nel boulder – la sua specialità- e quarto nella lead. Buoni risultati, ma che non sono bastati a garantirgli il terzo gradino del podio che Avezou riesce a conquistare grazie alla splendida prova di velocità dove è arrivato primo (quinto invece nel boulder e ultimo nella lead). Oro e argento invece vanno entrambi in Giappone rispettivamente a Keita Dohi, che ha fatto tre ottime gare, e al compagno Shuta Tanaka.

Se il Paese del Sol Levante ha dominato le gare maschili, l’Austria ha fatto altrettanto nelle femminili con oro e argento per le atlete Sandra Lettner e Laura Lammer, argento invece per la slovena Vita Lukan (che ha totalizzato i medesimi punti della prima, ma che scende di un gradino dal podio essendo stata battuta dall’austriaca in due delle tre gare).

L’Italia si è invece piazzata decima con Laura Rogona che ha scontato soprattutto la prova di velocità.

Nonostante il dispiacere per la medagli sfiorata, quella argentina è stata una prova ampiamente superato sia dalla nazionale giovanile italiana, sia dall’arrampicata sportiva, che per la prima volta debuttava come disciplina olimpica e che è stata seguita con attenzione e passione dal pubblico di Buenos Aires e non solo. Prossimo appuntamento Tokyo.  

]]>
https://www.montagna.tv/cms/131905/olimpiadi-filip-schenk-sfiora-il-bronzo-le-prime-medaglie-doro-dellarrampicata-a-giappone-e-austria/feed/ 0
Filip Schenk in finale alla conquista di una delle prime medaglie olimpiche per l’arrampicata https://www.montagna.tv/cms/131693/filip-schenk-in-finale-alla-conquista-di-una-delle-prime-medaglie-olimpiche-per-larrampicata/ https://www.montagna.tv/cms/131693/filip-schenk-in-finale-alla-conquista-di-una-delle-prime-medaglie-olimpiche-per-larrampicata/#respond Tue, 09 Oct 2018 09:47:27 +0000 https://www.montagna.tv/cms/?p=131693 In attesa di Tokyio 2020 e nonostante la bufera che ha travolto la FASI con il commissariamento della federazione, l’arrampicata sportiva sta debuttando nella sua nuova veste olimpica in questi giorni a Buenos Aires alle Olimpiadi Giovanili.

Ad indossare per la prima volta nella storia dei Giochi la maglia azzurra con i cinque cerchi cuciti sotto al gagliardetto dell’Italia anche due giovani climber: Laura Rogora e Filip Schenk accompagnati dal Direttore Sportivo della giovanile Franco Gianelli.

La formula è quella della combinata, criticata inizialmente da molti climber, ma che ha trovato spazio anche nella recente Coppa del Mondo – che ha visto vincere Jakob Schubert, secondo Adam Ondra – e che sarà utilizzata a Tokyo.

Domenica ha gareggiato Laura Rogora, terminando al decimo posto, un piazzamento che non le permette di passare alla finale, alla quale accedono le prime sei della classifica. Laura ha chiuso al 13° posto la gara speed, al 5° la prova boulder all’8° la difficoltà.

Ieri pomeriggio un grande Filip Schenk è invece entrato in finale con il quinto posto. Il 18enne della Valgardena ha chiuso al 14° la prova speed della mattina; nel boulder, in cui è campione europeo in carica nella sua categoria, è stato sesto, chiudendo 2 blocchi e portando a casa tre zone; nella lead si è piazzato al secondo posto, con il top realizzato in otto secondi in più rispetto al vincitore della prova, il giapponese Tanaka, riuscendo così a strappare l’accesso alla finale.

Domani Scenk cercherà di conquistare una delle prime medaglie olimpiche per l’arrampicata (gara Speed ore 12.00 italiane; gara Boulder ore 13.45 italiane; gara Lead ore 17.50 ora italiana. La diretta è possibile vederla qui: https://www.olympicchannel.com/en/youth-olympic-games-2018/).

Ne è passata di roccia sotto ai polpastrelli da quel 5 luglio del 1985 quando a Bardonecchia i più bravi scalatori si diedero appuntamento in Valle Stretta per stabilire chi era il più forte su percorsi tracciati “ad hoc”, definendo regole e criteri di valutazione. Era la prima edizione di SportRoccia, era la nascita dell’arrampicata come sport agonistico.

]]>
https://www.montagna.tv/cms/131693/filip-schenk-in-finale-alla-conquista-di-una-delle-prime-medaglie-olimpiche-per-larrampicata/feed/ 0
Stefano Ghisolfi conduce i giochi in Slovenia https://www.montagna.tv/cms/131404/stefano-ghisolfi-conduce-i-giochi-in-slovenia/ https://www.montagna.tv/cms/131404/stefano-ghisolfi-conduce-i-giochi-in-slovenia/#respond Thu, 04 Oct 2018 08:00:33 +0000 https://www.montagna.tv/cms/?p=131404 Questo weekend gli azzurri dell’arrampicata hanno dominato la tappa di Kranj, Slovenia, della Coppa del Mondo di arrampicata sportiva nella categoria Lead. Il palmares italiano si è arricchito dell’oro di Stefano Ghisolfi, secondo in questa edizione dopo quello di Chamonix, che si è aggiudicato la gara.

Questa tappa della IFSC World Cup Lead ha visto il venticinquenne atleta torinese delle Fiamme Oro Moena guidare la competizione, portando a casa una meritatissima medaglia d’oro per la squadra azzurra. Da segnalare anche le ottime prestazioni del modenese Marcello Bombardi, quarto posto, e del bellunese Francesco Vettorata, piazzatosi in sesta posizione. Tre italiani nelle prima sei posizioni.

Sul podio l’eterno rivale Jakob Schubert, neo Campione del Mondo Lead ad Innsbruck, che anche quando non conquista il gradino più alto stupisce per l’incredibile costanza nei risultati. Dietro di lui il giapponese Masahiro Higuchi.

Il prossimo appuntamento è in Cina, a Wujiang, dove il 20 e 21 ottobre gli azzurri torneranno a dimostrare la loro preparazione.

]]>
https://www.montagna.tv/cms/131404/stefano-ghisolfi-conduce-i-giochi-in-slovenia/feed/ 0
Ondra libera High Line, la più difficile via di Bosnia… E non solo https://www.montagna.tv/cms/131358/ondra-libera-high-line-la-piu-difficile-via-di-bosnia-e-non-solo/ https://www.montagna.tv/cms/131358/ondra-libera-high-line-la-piu-difficile-via-di-bosnia-e-non-solo/#respond Wed, 03 Oct 2018 13:00:11 +0000 https://www.montagna.tv/cms/?p=131358 Prima che arrivasse lui la più difficile via di arrampicata di Bosnia ed Erzegovina era un 8a+ poi, nel giro di una manciata di giorni, Adam Ondra ha completamente stravolto il panorama sportivo dello Stato con due vie di nono grado.

La prima, chiamata Interklemezzo, tocca il 9a. Quella che più interessa per la difficoltà è però High Line, un 9a+/b, la nuova e più difficile via di Bosnia ed Erzegovina che ha impegnato il climber ceco per quattro giorni. Due passati a chiodare la via e due a liberarla. Si tratta di “una delle mie prime salite più belle di sempre” secondo quanto afferma Ondra riferendosi a questo nuovo tracciato da oltre 50 movimenti disegnato sulle pareti del Kanjon Tijesno.

In realtà Adam si trovava in Bosnia per partecipare al Drill&Chill Festival, ma si sa che la roccia su di lui ha tutta un’altra attrazione e così, oltre a visitare il festival, ha anche trovato il tempo per continuare a scalare.

]]>
https://www.montagna.tv/cms/131358/ondra-libera-high-line-la-piu-difficile-via-di-bosnia-e-non-solo/feed/ 0