Alpinismo – Montagna.TV http://www.montagna.tv/cms Le notizie della montagna in tempo reale Fri, 19 Jan 2018 08:43:15 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.1 Sud dell’Aconcagua: neve e valanghe bloccano il terzo tentativo degli ostinati Egloff e Miranda http://www.montagna.tv/cms/117942/sud-dellaconcagua-neve-e-valanghe-bloccano-il-terzo-tentativo-degli-ostinati-egloff-e-miranda/ http://www.montagna.tv/cms/117942/sud-dellaconcagua-neve-e-valanghe-bloccano-il-terzo-tentativo-degli-ostinati-egloff-e-miranda/#respond Fri, 19 Jan 2018 07:30:04 +0000 http://www.montagna.tv/cms/?p=117942 Niente da fare per Karl Egloff e Nicolas Miranda. I due alpinisti ecuadoriani, che volevano battere il record di velocità alla sud dell’Aconcagua, hanno dovuto fare le tende e tornare a casa. 

I due avevano, come vi avevamo raccontato, rinunciato ad un primo tentativo a causa della scarsa visibilità e ad un secondo sempre per il maltempo. La decisione quindi era stata quella di lasciare il campo base, dal momento che si era aggiunto anche il vento che aveva iniziato a soffiare a 90 km/h, per riposarsi, mangiare bene e esser pronti per il terzo tentativo.

Tornati l’altro ieri al campo base ottimisti sul fatto che il tempo sarebbe migliorato, dando loro la possibilità di riprovare, si sono però ritrovati con molta più neve in parete rispetto a quella lasciata qualche giorno prima. Ieri la decisione definitiva di rinunciare. “Questa mattina (ieri, ndr), quando siamo usciti dalla tenda alle 7.00, siamo rimasti sconvolti nel vedere staccarsi una grossa valanga nel punto esatto e nel momento esatto in cui saremmo dovuti essere a scalare sulla via. Un messaggio chiaro dalla montagna”. 

Il record, per ora, resta quindi ancora nelle mani dell’alpinista francese Bruno Suzac (con 22 ore solo per la salita), ma i due hanno promesso che l’anno prossimo torneranno.

Qui sotto Karl Egloff riprende una valanga sulla parete sud dell’Aconcagua. 

]]>
http://www.montagna.tv/cms/117942/sud-dellaconcagua-neve-e-valanghe-bloccano-il-terzo-tentativo-degli-ostinati-egloff-e-miranda/feed/ 0
Quei diavoli di Tomek ed Elisabeth verso la vetta del Nanga http://www.montagna.tv/cms/117944/quei-diavoli-di-tomek-ed-elisabeth-verso-la-vetta-del-nanga/ http://www.montagna.tv/cms/117944/quei-diavoli-di-tomek-ed-elisabeth-verso-la-vetta-del-nanga/#comments Thu, 18 Jan 2018 11:29:16 +0000 http://www.montagna.tv/cms/?p=117944 Hanno pazientato a lungo, attendendo in tenda mentre il vento fuori sferzava fino a 100 km/h. Ma finalmente una finestra di bel tempo pare essere arrivata e non li ha colti impreparati. 

Tre giorni fa, Elisabeth Revol e Tomek Mankiewicz hanno iniziato il loro attacco alla vetta del Nanga Parbat, in stile alpino, senza alcun supporto se non la loro forze, determinazione ed un po’ di follia. La via per raggiungere la cima è la Messner-Eisendle, pensata ma mai salita nemmeno in estate. 

Sono partiti da 6700 metri, la vetta è a 8126 metri. 

Forza Tomek, Forza Elisabeth, tifiamo per voi!

 

 

]]>
http://www.montagna.tv/cms/117944/quei-diavoli-di-tomek-ed-elisabeth-verso-la-vetta-del-nanga/feed/ 8
Alex Txikon e compagni: dall’Everest si spostano sul Pumori http://www.montagna.tv/cms/117935/alex-txikon-e-compagni-dalleverest-si-spostano-sul-pumori/ http://www.montagna.tv/cms/117935/alex-txikon-e-compagni-dalleverest-si-spostano-sul-pumori/#comments Thu, 18 Jan 2018 10:50:35 +0000 http://www.montagna.tv/cms/?p=117935 Hanno deciso di prendere una piccola deviazione Alex Txikon, Ali Sadpara, Nuri, Temba Bhote. Dopo essere arrivati a piazzare il Campo 2 sull’Everest, infatti, hanno sospeso per qualche giorno il lavoro di allestimento dei campi sul Tetto del Mondo per salire il Pumori (7.161 m).  

Gli alpinisti saliranno dalla via normale, che non presenta grandi difficoltà, ma che è famosa per via dei rischi oggettivi anche se durante il periodo invernale i pericoli dovrebbero essere meno. 

Su Facebook Alex Txikon ha fatto sapere: “Oggi vi saluto dal campo 2 del Pumori (7.161 m) “La figlia della montagna” conosciuta come una delle montagne più belle del pianeta. Dopo aver finito di equipaggiare il C2 dell’Everest, abbiamo fatto un piccola pausa per promuovere questa bella montagna e valutare le nostre condizioni. Cercheremo di scalare in uno stile leggero e veloce. Dopo il tentativo, riprenderemo i lavori per il nostro obiettivo principale, l’Everest”. 

Secondo il portavoce italiano, però rientrato dal campo base, che sta seguendo la spedizione di Txikon, la salita in questione sarebbe in “stile alpino”. In realtà bisogna evidenziare che i tre campi sul Pumori sono stati allestiti nei giorni precedenti da Ali Sadpara e Temba Sherpa mentre il gruppo principale era sull’IceFall. Pare quindi decisamente azzardato parlare di “stile alpino”,  piuttosto si può definire come una scalata più leggera rispetto a quella che è in atto all’Everest. 

Sempre la medesima fonte parla di una possibile prima invernale. Secondo quanto riporta l’American Alpine Journal, nel 1982 una spedizione statunitense composta da Jan Reynolds, Ned Gillette e James Bridwell arrivò in vetta al Pumori scalando la cresta nord-est arrivando in vetta il 6 gennaio. Sono segnalate sempre dall’American Alpine Journal altre salite invernali, che però secondo le regole attuali relative alle date (21 dicembre-21 marzo) non possono essere considerate ancora tali, come la vetta  del 18 dicembre 1984 di Jeff Lowe in solitaria (il compagno di spedizione Earl Wiggins stette male) e stile alpino sulla parete sud o la salita coreana del 1983 avvenuta l’11 dicembre. 

 

]]>
http://www.montagna.tv/cms/117935/alex-txikon-e-compagni-dalleverest-si-spostano-sul-pumori/feed/ 1
Le prime foto di Della Bordella e Schiera dalla Patagonia – Guarda la gallery http://www.montagna.tv/cms/117900/le-prime-foto-di-della-bordella-e-schiera-dalla-patagonia-guarda-la-gallery/ http://www.montagna.tv/cms/117900/le-prime-foto-di-della-bordella-e-schiera-dalla-patagonia-guarda-la-gallery/#respond Thu, 18 Jan 2018 06:10:26 +0000 http://www.montagna.tv/cms/?p=117900 Sono arrivati in Patagonia i due Ragni Matteo Della Bordella e Luca Schiera. Tra qualche giorno dovrebbero raggiungerli anche Paolo Marazzi e lo svizzero Silvan Schüpbach. Ancora nessuna notizia sulla destinazione, l’unica info certa è che a un certo punto Della Bordella e Schüpbach dovrebbero fare qualcosa con il kayak sul lato Cileno. Intanto hanno fatto sapere che si fermeranno in Patagonia e dintorni fino a marzo. 

Su Facebook Matteo Della Bordella ha scritto: “Vento e ancora vento in questa prima settimana in Patagonia… Inostri obiettivi sembrano lontani da raggiungere con le condizioni e previsioni attuali, ma aspettiamo, senza perdere la speranza, siamo solo all’inizio del viaggio…”

Nel frattempo godiamoci, con un po’ di sana invidia, i bellissimi scatti che ci arrivano dalla Patagonia

 

]]>
http://www.montagna.tv/cms/117900/le-prime-foto-di-della-bordella-e-schiera-dalla-patagonia-guarda-la-gallery/feed/ 0
K2: campo 1 da 5900 a 6200 http://www.montagna.tv/cms/117888/k2-campo-1-da-5900-a-6200/ http://www.montagna.tv/cms/117888/k2-campo-1-da-5900-a-6200/#respond Wed, 17 Jan 2018 10:35:11 +0000 http://www.montagna.tv/cms/?p=117888 È tornato per qualche ora il bel tempo sul K2 e ciò ha consentito ai polacchi di tornare sul K2 per una nuova ricognizione.

Ancora una volta sono stati Denis Urubko e Janusz Gołąb a muoversi. I due alpinisti sono arrivati a 5900 metri, dove solitamente viene posizionato campo 1 sulla via Cesen, e sono tornati al base.

Un’uscita utile per capire le condizioni della montagna, tanto che la decisione che ha seguito quest’ultima rotazione è stata quella di rinunciare ad installare campo 1 e di andare direttamente a campo 2, a 6200 metri, leggermente sotto a dove era previsto (6350 m).

Il meteo per le prossime ore non sembra consentire ulteriori uscite: sono previste nevicate ed i venti andranno ad intensificarsi fino al pomeriggio di domani raggiungendo a 7000 metri gli 80 km/m. La buona notizia arriva però per sabato quando ci sarà una bella finestra di bel tempo e vento quasi assente (20/30 km/m), condizione che parrebbe ripetersi anche ad inizio della prossima settimana. Le occasioni per salire, trasportare materiale ed iniziare ad attrezzare campo 2 ed oltre saranno numerose se le previsioni verranno rispettate.  

Per ora pare che la fortuna stia assistendo i polacchi!

]]>
http://www.montagna.tv/cms/117888/k2-campo-1-da-5900-a-6200/feed/ 0
Carlos Soria: questa primavera, a 79 anni, di nuovo al Dhaualgiri http://www.montagna.tv/cms/117883/carlos-soria-questa-primavera-a-79-anni-di-nuovo-al-dhaualgiri/ http://www.montagna.tv/cms/117883/carlos-soria-questa-primavera-a-79-anni-di-nuovo-al-dhaualgiri/#respond Wed, 17 Jan 2018 09:02:30 +0000 http://www.montagna.tv/cms/?p=117883 Non si arrende tanto facilmente Carlos Soria, e sembrerebbe che per lui la data scritta sulla carta d’identità non sia nient’altro che un numero. Il 79enne spagnolo ha infatti annunciato che ritornerà al Dhaulagiri (8.167m) questa primavera. La montagna lo ha già respinto tre volte. Quest’autunno era arrivato all’imbocco del canale che porta alla cima, ma a causa delle pessime condizioni meteo era dovuto scendere. 

Per completare tutti i 14 ottomila a Soria mancano solo Dhaulagiri e Shisha Pangma (quest’ultimo reso inaccessibile dai cinesi nell’ultimo periodo per motivi politici). 

A marzo dunque partirà di nuovo per il Nepal, anche se al momento non ha ancora uno sponsor. L’idea di Soria, come spiegato in un’intervista a Desnivel, sarebbe quella di partire un po’ prima di marzo per acclimatarsi su un’altra montagna e arrivare al campo base del Dhaulagiri già pronto. 

Soria si è detto comunque un po’ preoccupato per l’età: “Ma è una meraviglia aver vissuto così tanti anni e aver fatto le cose che mi piacciono di più”. Per quanto riguarda lo Shisha Soria pensa di andarci quest’autunno, nel caso riesca a salire il Dhaulagiri questa primavera. 

 

 

]]>
http://www.montagna.tv/cms/117883/carlos-soria-questa-primavera-a-79-anni-di-nuovo-al-dhaualgiri/feed/ 0
All’asta per beneficenza il cappello della spedizione al K2 di Adam Bielecki http://www.montagna.tv/cms/117833/allasta-per-beneficenza-il-cappello-della-spedizione-al-k2-di-adam-bielecki/ http://www.montagna.tv/cms/117833/allasta-per-beneficenza-il-cappello-della-spedizione-al-k2-di-adam-bielecki/#respond Wed, 17 Jan 2018 07:30:55 +0000 http://www.montagna.tv/cms/?p=117833 C’è un elemento che accompagna tutte le foto, in montagna e non, di Adam Bielecki: il suo cappello di lana colorato. Questo indumento, fa sapere Adam, ha una sua tradizione. Ogni anno infatti sua madre ne lavora a mano uno nuovo, da mettere nelle nuove spedizioni, da 0 a 8000 metri. 

Adam, in questa nuova spedizione al K2, ne sta portando, come da tradizione, uno nuovo. Il cappello verrà venduto all’asta, una volta finita la spedizione, e il miglior offerente potrà riceverlo direttamente in Polonia quando i polacchi ritorneranno in patria. Inoltre, il vincitore riceverà una cartolina della spedizione con le firme di tutti i partecipanti. 

Al momento il prezzo del cappello è a 1.034,00 zł (circa 250 euro). Questa raccolta andrà a finanziare una fondazione caritatevole polacca chiamata Fundacja WOŚP.

]]>
http://www.montagna.tv/cms/117833/allasta-per-beneficenza-il-cappello-della-spedizione-al-k2-di-adam-bielecki/feed/ 0
Schegge di K2: “La scoperta del K2” – di Roberto Mantovani http://www.montagna.tv/cms/117876/schegge-di-k2-la-scoperta-del-k2-di-roberto-mantovani/ http://www.montagna.tv/cms/117876/schegge-di-k2-la-scoperta-del-k2-di-roberto-mantovani/#respond Wed, 17 Jan 2018 06:00:49 +0000 http://www.montagna.tv/cms/?p=117876 Siamo negli anni ’50 dell’800, più precisamente nel 1855, quando si da il via alle Grand Trigonometrical Series nel Kashmir. Si era da poco scoperta la cima più alta del mondo, che nel 1865 prenderà il nome di Everest per volere del Suveyor General Andrew Waugh (successore di George Everest), e si erano ormai terminati i lavori di rilevamento delle altezze dei picchi dell’Himalaya. Era quindi tempo di andare ad eseguire la medesima operazione tre le cime del Karakorum. Per farlo era necessario scegliere uno Station Peak. Una cima, di altezza notevole, da cui poter osservare le vette della catena eliminando l’interferenza dovuta alla rifrazione dell’aria. Per questo viene scelta una vetta di 4880m poco distante da Srinagar su cui viene posizionato lo strumento di misura.

Ad occuparsi del rilevamento è il capitano dei Royal Engineers Thomas George Montgomerie che, dai quasi 5000m della vetta, osserva due cime sovrastare il resto della catena. Le chiamerà K1 e K2, annotando però, su un angolo del suo taccuino, il possibile errore prospettico dovuto alla diversa distanza dei due picchi. Non necessariamente il K1 sarà il più alto dei due.

 

]]>
http://www.montagna.tv/cms/117876/schegge-di-k2-la-scoperta-del-k2-di-roberto-mantovani/feed/ 0
Alex Txikon piazza il Campo 2 a 6.500 m sull’Everest – Guarda il video http://www.montagna.tv/cms/117838/alex-txikon-piazza-il-campo-2-a-6-500-m-sulleverest-guarda-il-video/ http://www.montagna.tv/cms/117838/alex-txikon-piazza-il-campo-2-a-6-500-m-sulleverest-guarda-il-video/#respond Tue, 16 Jan 2018 10:29:25 +0000 http://www.montagna.tv/cms/?p=117838  Alex Txikon ha piazzato il Campo 2 a 6500 metri sull’Everest. Dopo aver passato una notte insonne a causa del freddo e del forte vento, lui e gli sherpa si sono spinti in alto dove hanno posizionato le tende del nuovo campo. 

Su Facebook Txikon si dice molto soddisfatto di come stanno andando le cose: “Questa mattina siamo arrivati a piazzare Campo 2, dove eravamo anche l’altro giorno. Grande traguardo, dal momento che l’anno scorso avevamo impiegato un giorno in più per attivare a questo punto. Inoltre abbiamo piantato il Campo 150 metri più in alto rispetto all’anno scorso. Abbiamo allestito 600 metri di corde fisse. Dopo una discesa complicata per il vento, siamo ritornati al Campo Base. Siamo esausti ma assolutamente felici”.

Qui sotto potete vedere il video dal Campo 2. 

]]>
http://www.montagna.tv/cms/117838/alex-txikon-piazza-il-campo-2-a-6-500-m-sulleverest-guarda-il-video/feed/ 0
Fallisce la salita in velocità alla parete sud dell’Aconcagua di Egloff e Miranda http://www.montagna.tv/cms/117813/fallisce-il-tentativo-di-battere-il-record-di-velocita-alla-parete-sud-dellaconcagua-di-egloff-e-miranda/ http://www.montagna.tv/cms/117813/fallisce-il-tentativo-di-battere-il-record-di-velocita-alla-parete-sud-dellaconcagua-di-egloff-e-miranda/#respond Tue, 16 Jan 2018 06:26:10 +0000 http://www.montagna.tv/cms/?p=117813 Niente da fare per il record di velocità alla parete sud dell’Aconcagua. Il 13 gennaio i due alpinisti velocisti ecuadoriani Karl Egloff e Nicolas Miranda, in cordata insieme, sono partiti con l’intento di battere il precedente record del francese Bruno Souzac, del 2002, di 22 ore (solo per la salita). Partiti dal campo base Plaza Francia alle prime ore del mattino sono dovuti tornare indietro dopo poco a causa delle pessime condizioni meteo. 

I due nel frattempo hanno deciso che riposeranno e tenteranno più avanti, quando il meteo sarà più stabile, probabilmente in questi giorni. Come riportato dal sito aconcaguaonline si trovano in perfetto stato di forma e useranno queste ore per riprovare a risalire parte della parete sud. Le informazioni meteo dicono che già da ieri la situazione è in miglioramento. 

Karl Egloff, lo ricordiamo, detiene il record di velocità sull’Aconcagua per la via normale con 11 ore e 52 minuti, record “soffiato” a Kilian Jornet. Dopo l’Aconcagua Egloff dovrebbe partire per il Denali, la sua quarta tappa delle “Seven Summits”. 

 

 

 

]]>
http://www.montagna.tv/cms/117813/fallisce-il-tentativo-di-battere-il-record-di-velocita-alla-parete-sud-dellaconcagua-di-egloff-e-miranda/feed/ 0