• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Monte Bianco, crepaccio ostacola la via normale francese

La via normale del versante francese del Monte Bianco, che ogni giorno accoglie centinaia di alpinisti che partono dal rifugio Gouter in direzione della vetta, è stata interessata dall’apertura a 4700 mt di un grosso crepaccio che impedisce di raggiungere la cresta di Bosses.

Le Guide Alpine di Saint-Gervais comunicano che la via normale è divenuta difficile e pericolosa, soprattutto in considerazione del traffico di scalatori che percorrono quel punto sia in salita, che in discesa. La soluzione adottata inizialmente è stata quella di posizionare delle corde fisse, ma proprio a causa del flusso di frequentatori non si è resa sufficiente; pertanto, in accordo con il Comune e con la Gendarmeria di Alta Montagna, si è provveduto a tagliare il ghiaccio creando una rampa naturale di una decina di metri. Una decisione che però non è piaciuta a tutti, perché considerata troppo invasiva per la montagna, ma che secondo Pascal Chappeland, Presidente delle Guide Alpine di Saint-Gervais, si è resa necessaria per ragioni di sicurezza, soprattutto in considerazione che già due alpinisti erano caduti nel crepaccio, fortunatamente senza conseguenze.

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Compromesso a nome del turismo e della sicurezza.
    Anche se questo crepaccio ha il “sapore” di un segnale che il Monte Bianco ha lanciato come a voler chiedere un po’ di tranquillità. 🙂

Rispondi a giancarlo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *