• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Esteri

Val Calanca: operaio cade da 60 metri

immagine

ROSSA, Svizzera — E’ precipitato per 60 metri, schiantandosi al suolo. Questo il tragico incidente di cui è rimasto vittima un operaio portoghese di 38 anni che stava lavorando all’installazione di alcuni paravalanghe sulle montagne della Val Calanca, in Svizzera. Ma è giallo sulle cause dell’incidente.

L’operaio, di cui non sono state rese note le generalità, stava lavorando con la sua squadra a duemila metri di quota, nella zona di Biancalan e Santa Domenica, dove dovevano essere sostituiti dei paravalanghe danneggiati da alcune slavine durante l’inverno scorso. All’improvviso, è precipitato dalla parete ed è finito al suolo morendo sul colpo.
 
Inutile l’intervento della Rega, il soccorso alpino svizzero, che ha recuperato il corpo dell’uomo non senza difficoltà data la zona impervia dove è precipitato.
 
Secondo quanto riferito dalla polizia dei Grigioni, all’origine dell’incidente ci sarebbe un cedimento della struttura usata dagli operai per posare e ancorare una barriera. L’uomo avrebbe perso l’equilibrio a causa del movimento della struttura e sarebbe caduto.
 
L’esatta dinamica dei fatti, comunque, dovrà essere chiarita dalle indagini in corso.
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *