• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Kozjek disperso sul Muztagh Tower

immagine

ISLAMABAD, Pakistan — Pavle Kozjek sarebbe disperso sul Muztagh Tower, la montagna di 7.273 metri in Karakorum. Le notizie sull’accaduto sono ancora incerte, ma pare che l’alpinista sloveno, impegnato con i compagni Dejan Miskovic e Gregor Kresal nell’apertura in stile alpino di una nuova via sull’inviolato versante nord, sarebbe caduto dalla parete.

Poche notizie e ancora incerte, ma decisamente preoccupanti quelle che arrivano nelle ultime ore dal Karakorum. Secondo quanto riferisce il sito web Alpinist, Pavle Kozjek sarebbe disperso sul Muztagh Tower, la vetta di 7.273 metri.
 
L’alpinista sloveno si trovava sulla montagna con i compagni Dejan Miskovic e Gregor Kresal. La spedizione era impegnata nel tentativo di aprire una via nuova in stile alpino sull’inviolata parete nord, alta 2200 metri. Già nei giorni scorsi il gruppo aveva subito la perdita di Kresal, che era stato evacuato dal campo base con gli elicotteri. Ora però arrivano notizie più inquietanti.
 
Pare infatti che Miskovic, attualmente intrappolato in alta quota, solo, in mezzo a una bufera e in attesa dell’arrivo degli aiuti, abbia chiamato lo scorso lunedì gli amici in Slovenia, dando loro la brutta notizia. Kozjek stava camminando verso una cornice vicino alla tenda del loro bivacco, quando improvvisamnete sarebbe caduto dalla parete.
 
L’Askari aviation ha reso noto che ieri una telefonata dalla Slovenia ha dato l’allarme sull’accaduto, e che subito si sono attivate le operazioni di soccorso. Due tentativi sarebbero stati fatti dagli elicotteri per raggiungere le alte quote delle montagna, ma il forte vento avrebbe impedito loro di avvicinarsi al luogo in cui si trova attualmente Miskovic.
 
Mentre ancora non si hanno notizie su Pavle Kozjek, le autorità pakistane hanno inviato due elicotteri al K7 per prelevare alcuni alpinisti e portarli al Muztagh Tower per andare incontro all’altro sloveno intrappolato sulla montagna. Gli sclatori, anche questi sloveni, Ales Cesen, Nejc Cesen, Rok Blagus, Rok Sisernik, Mihael Hrastelj, sarebbero attualemnte al campo base della Muztagh Tower. Nelle prossime ore saliranno incontro a Miskovic, per aiutarlo a scendere almeno a quota 6000 metri dove potrà recuperarlo l’elicottero.
 
Non appena l’alpinista verrà recuperato, si potranno avere anche nuove notizie sulla sorte di Pavle Kozjek. Lo sloveno nel corso della sua carriera si è distinto per diverse imprese sulle montagne più alte del mondo, in particolare per l’apertura di una nuova via sulla pareste sud-orientale del Cho Oyu che nel 2006 gli valse il plauso del pubblico del Piolet d’Or.
 
 
Valentina d’Angella
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.