• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità

Il Cristo delle Vette torna sul Balmenhorn

immagine

AOSTA — E’ finalmente pronta a far ritrono tra i suoi monti la statua del Cristo delle Vette. Il monumento infatti, che era stato portato via dal Balmenhorn per operazioni di restauro, è stato trasportato a pezzi in queste ore al rifugio Mantova a 3.535 metri di quota. Da qui un gruppo di guide alpine e personale tecnico lo sta in questo momento riportando in vetta.

E’ ora di tornare a vegliare sui monti per il Cristo delle Vette. La statua, che da molti anni è il punto di riferimento di tanti alpinisti che sono passati sulla cima del Balmenhorn, massiccio del Monte Rosa, lo scorso maggio era stata portata a valle per alcune operazioni di restauro. 
 
Ora a distanza di 3 mesi, il monumento fa ritorno a casa. Per trasportarlo in alta quota i tecnici l’hanno smontato in verie parti: ieri un elicottero ha portato al rifugio Mantova, 3.535 metri di quota, i tre tronconi in cui la statua (di oltre tre metri di altezza) era stata suddivisa.
 
Una ventina di persone poi, tra guide alpine di Gressoney, alpini e personale tecnico, con l’elicottero hanno posizionato la parte bassa della statua costituita dalla base e dal torace. Oggi un gruppo di alpini è stato incaricato di trasportare la testa di 44 chilogrammi percorrendo l’itinerario dal rifugio Mantova alla Punta Balmenhorn. 
 
Valentina d’Angella
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *