• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca

Escursionista stroncato da infarto

immagine

REGGIO EMILIA — Un uomo è stato ritrovato morto ieri mattina sul sentiero 605 che risale la Valle del Dolo (alto Appennino Reggiano) e che collega l’Emilia con la Toscana.  

Franco Tosi, questo il nome della vittima, aveva 69 anni ed era originario di Sassuolo. L’uomo era in villeggiatura a Civago, la "perla dell’Appennino", un centro turistico fra i più rinomati, ben attrezzato in fatto di alberghi, ristoranti e servizi, e che offre la possibilità di un turismo climatico estivo e l’opportunità di praticare gli sport della neve.
 
Ieri, intorno alla 11, ha lasciato il paese per un’escursione sul sentiero che risale la Valle del Dolo. Intorno a mezzogiorno l’allarme. Un’escursionista che stava facendo lo stesso itinerario ha visto il corpo dell’anziano a terra a poche decine di metri dal Rifugio San Leonardo.
 
I primi soccorsi sono stati effettuti da uno dei presenti al Rifugio. Poi sul posto sono intervenuti gli uomini del soccorso alpino con l’elicottero e due medici, ostacolati nelle operazioni di soccorso dal forte vento e da nubi basse.  
 
Putroppo, la corsa contro il tempo non è valsa a nulla. All’arrivo dei medici, Tosi era già morto. Arresto cardiaco diranno i referti medici.
 
Sul posto sono poi arrivati anche i Carabineri che hanno coordinato la rimozione della salma che è stata trasportata all’ospedale di Castelnovo Monti.
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *