• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

K2: Confortola è al campo base avanzato

immagine

Updated BERGAMO — E’ arrivato a campo base avanzato. Marco Confortola, dopo 4 ore di discesa lungo lo sperone Abruzzi, ha finalmente raggiunto i 5.400 metri di quota dove gli elicotteri, a breve, saliranno a recuperarlo. Appena sceso sul ghiacciaio, Confortola ha chiamato Agostino Da Polenza: "Siamo giù – ha detto l’alpinista – tutto bene, ma i piedi mi preoccupano, fate arrivare l’elicottero".

Confortola aveva iniziato a scendere da campo 1 alle 6.30, ora pakistana. La notizia era arrivata dalla voce di Roberto Manni che questa notte alle due e mezza, ora italiana, si era messo in contatto con Da Polenza per informare sulla discesa di Conofortola al campo base avanzato e coordinarsi sull’arrivo degli elicotteri. Manni si è sempre tenuto in contatto radio con George Dijmarescu, l’alpinista americano salito incontro a Confortola.
 
"Stamattina Marco aveva rimesso gli scarponi con qualche difficoltà – racconta Da Polenza – ma è riuscito, con gli altri, a partire presto e ad arrivare all’avanzato. Appena sono partiti dal campo 1, noi abbiamo allertato subito l’Ambasciata italiana per il decollo degli elicotteri. Purtroppo a Skardu all’alba pioveva ed erano in attesa di un miglioramento del tempo".
 
Secondo quanto riferito da Manni, che qualche minuto fa si è rimesso in contatto con l’Italia, alle 7.30 le precipitazioni sono terminate. Il cielo si sta schiarendo, ma il vento che si è alzato poco fa lascia sperare in un miglioramento della visibilità.
 
Nel frattempo, al campo base avanzato dovrebbero essere arrivati anche 4 alpinisti americani e due Sherpa che erano partiti da campo base stamattina per salire ad allestire la piazzola per l’atterraggio degli elicotteri.
 
 

 

 
 
Sara Sottocornola
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *