• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Sport

Giro: Kiyienka vince la tappa del Vivione

immagine

ROVETTA, Bergamo — E’stata una gara all’ultimo sangue la 19esima tappa del Giro d’Italia appena conclusasi sul Monte Pora, in Alta Val Seriana. Primo al traguardo è stato Vince Kiryienka, che nonostante il difficile percorso di montagna ha vinto con una lunghissima fuga. Ma la maglia rosa è ancora in bilico: a due giorni dalla fine tutto può ancora succedere.

Sono partiti da Legnano e hanno affrontato la dura marcia sulle montagne lombarde, che li ha portati sopra il Passo del Vivione e al Monte Pora. I corridori del Giro d’Italia hanno appena concluso la 19esima tappa e a due giorni dalla fine del tour tutto può ancora succedere.
 
Vincitore della corsa è stato Vasil Kiyienka, il più veloce a percorrere i 228 chilometri totali, un continuo sali scendi tra le belle montagne della provincia di Bergamo. Nonostante la pioggia che ha disturbato la gara per tutta la giornata il 26enne bielorusso ha staccato tutti con una lunga fuga e si è aggiudicato la vittoria.
 
Dietro di lui è arrivato Di Luca secondo, quindi Efimkin terzo, Cummings quarto e Contador quinto. In questo modo lo spagnolo ha potuto mantenere la maglia rosa, che però attualmente è sempre più incerta. Riccò infatti, gli sta subito dietro, staccato di appena 4 secondi, mentre Di Luca è terzo a 21 secondi. 
 
Simoni è invece il grande sconfitto della giornata: tagliato il traguardo a oltre 12′, esce di scena per la lotta alla vittoria del Giro d’Italia.
 
E domani il Giro rimane in montagna, con il Mortirolo e il Gavia. La 20esima e penultima tappa parte infatti da Rovetta in Val Seriana, e arriva a Tirano in 224 chilometri. Ci sono le ultime tre salite impegnative: il Passo Gavia, cima Coppi a quota 2168 metri, il terribile Mortirolo, 13 chilometri con una pendenza media del 10 per cento, e l’Aprica a 15 chilometri  dal traguardo.
 
 
Valentina d’Angella
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *