• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità

Il maltempo imperversa sulle Alpi

immagine

BERGAMO — E’ stato un weekend difficile sulle montagne del Nord Italia. Le forti piogge infatti hanno provocato frane, allagamenti e lo straripamento dei fiumi. Chiuse strade e gallerie. E a Mello, in Valtellina, si è sfiorato il disastro. 

Una pioggia battente e incessante ha messo in ginocchio lo scorso weekend molti paesi a ridosso delle montagne. Dal Piemonte al Friuli Venezia Giulia, dalla Lombardia al Trentino, le precipitazioni si sono abbattute costantemente per ore, creando non poche difficoltà ai centri abitati.
 
A Mello, in Valtellina, lo straripamento del torrente Sasera ha fatto temere il peggio. Le acque sono arrivate a 10 metri dalle case della Costiera dei Cech e solo grazie all’intervento tempestivo della gente del posto e dell’amministrazione comunale se si è riusciti a evitare un’inondazione dalle conseguenze devastanti.
 
Sempre in Valtellina, in provincia di Sondrio, si sono verificati altri smottamenti. Particolarmente allarmanti quelli a Villa di Chiavenna, Postalesio, Biolo di Ardenno e Cepina di Valdisotto.
 
Danni diffusi anche in provincia di Bergamo, sia nella Bassa, sia nelle valli. Il terriorio compreso tra San Paolo d’Argon e Albano Sant’Alessandro si è completamente allagato, al punto che la statale 42 della Valseriana, che collega i due paesi, è stata chiusa alla circolazione.
 
Sulla stessa strada nei pressi di Albano verso la Val Cavallina e la Valcalepio, si è verificato un maxiallagamento. Mentre nella Valle del Riso è stato travolto il guado provvisorio sul torrente Musso. Alcune famiglie a causa dell’alluvione sono rimaste isolate.
 
Allagamenti anche a Gavarno di Nembro e ad Albino, mentre in Valle Seriana è stata chiusa parzialmente la nuova galleria di Montenegrone a causa di una forte infiltrazione d’acqua.
 
Alcuni smottamenti si sono verificati sulla provinciale del Colle Gallo, in territorio di Gaverina: alcuni sassi sono caduti sulla strada, a circa 700 metri dal Colle Gallo. E ancora più seria la situazione a Caprino e ad Aviatico, dove, a causa di smottamenti sono state fatte sgomberare alcune famiglie.
 
Ma anche sulle altre regioni alpine le precipitazioni si sono abbattute violentemente per tutto il weekend. Nel Piemonte settentrionale sono caduti 160 millimetri di pioggia. Fortissimi temporali anche in Friuli. Mentre è tornata la neve sul Passo dello Stelvio, tra Lombardia e Alto Adige, e a Livigno. 
 
 
Valentina d’Angella
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *