• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Esteri

Attentato a Kabul, ferito un alpino

immagine

KABUL, Afghanistan — Una bomba questa mattina è stata fatta esplodere contro l’esercito italiano a Kabul, in Afghanistan. L’ordigno, scoppiato al passaggio di una pattuglia, ha ferito Andrea Tomasello, primo caporal maggiore del secondo reggimento alpini di Cuneo. Fortunatamente però il caporale non sarebbe in pericolo di vita.

L’attentato si è verificato questa mattina alle 6, ora di Kabul, nel famigerato distretto di Mushai, dove già in passato si erano verificati altri attacchi ai militari italiani, a una trentina di chilometri dalla capitale afghana. Nel momento in cui stava passando la pattuglia italiana diretta a un villaggio vicino per un intervento di assistenza veterinaria, è esplosa una bomba.
  
L’ordigno è stato azionato a distanza: due soldati sono rimasti contusi mentre un altro è stato ferito alle gambe in modo più grave. Si tratta di Andrea Tomasello, primo caporal maggiore del secondo reggimento alpini di Cuneo.
  
L’ufficiale è stato sottoposto a un intervento chirurgico nell’ospedale militare da campo francese di Kabul, dove è stato trasportato con un elicottero. Secondo le fonti fortunatamente non sarebbe in pericolo di vita.
   
"Sto seguendo la vicenda passo passo e ho già informato il presidente Berlusconi", ha dichiarato il ministro della Difesa, Ignazio La Russa. "Il militare coinvolto ha una ferita abbastanza seria agli arti inferiori, ma sicuramente non è in pericolo di vita".
    
Sempre questa mattina si è verificato un altro attentato in Afghanistan, questa volta nella provincia occidentale di Farah. L’esplosione del kamikaze ha ucciso 18 persone tra poliziotti e civili, e ne ha feriti altre 28.
 
Valentina d’Angella
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *