• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Finalmente via libera sull’Everest

immagine

CAMPO BASE DELL’EVEREST — Niente più limiti alle comunicazioni o blocchi nella salita: l’Everest è di nuovo libero. Al Campo Base gli alpinisti di Share Everest sono pronti alla vetta, ma il maltempo li costringe ad aspettare ancora qualche giorno. "Volevamo salire a Campo 3 questa mattina ma nevicava troppo – ha detto Mondinelli – speriamo smetta in fretta".

Ora che i militari hanno lasciato la montagna e hanno liberato la salita la situazione alle pendici dell’Everest è decisamente più distesa. Gli alpinisti hanno ripreso ad utilizzare i telefoni e i computer, e si organizzano per la salita ai campi alti.
   
Salita che però dovrà attendere ancora qualche giorno, almeno fino a quando il tempo non tornerà sereno. Nevica forte infatti al Campo Base e "Gnaro" Mondinelli, Marco Confortola e Michele Enzio continuano i test alla stazione metereologica, aspettando il ritorno del sole.
   
"Volevamo salire a Campo 3 questa mattina, ma nevicava troppo – ha raccontato Mondinelli-. Quattro Sherpa hanno provato ad andare più in alto del Campo base, ma sono stati costretti a fermarsi a Campo 1. Speriamo che il tempo si rimetta in fretta così possiamo raggiungere Colle Sud e montare la stazione metereologica".
   
"Le ultime prove sulla strumentazione che porteremo a 8mila metri dovrebbero concludersi entro stasera – ha aggiunto l’alpinista -, così che al massimo domani mattina dovremmo smontarla". In ogni caso "Gnaro" non si dice preoccupato: " Siamo in orario perfetto con la tabella di marcia, l’importante è che torni il bel tempo".
     
Intanto Gian Pietro Verza, responsabile scientifico della spedizione Share Everest, si trova in Piramide, dove è impegnato a gran ritmo con i lavori di collaudo e di messa a punto delle strumentazioni. Tra 3 o 4 giorni dovrebbe raggiungere gli alpinisti al Campo base.
 
 
 
Valentina d’Angella
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *