• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Verza: la cima era coperta di nubi

immagine

LOBUCHE, Nepal —  "Da qui non si vedeva nulla a causa del maltempo. Se i cinesi sono andati in cima sono stati bravi, perchè osservando il versante nepalese le condizioni sembravano davvero proibitive". Questa la testimonianza di Gian Pietro Verza, che ieri da Kala Patthar, vedeva perfettamente l’Everest e le nuvole che lo circondavano.

Gian Pietro Verza, alpinista e responsabile scientifico della spedizione Share-Everest, ieri si trovava a Kala Patthar dove era impegnato a ultimare i lavori per il funzionamento della stazione di monitoraggio. Da qui vedeva perfettamente l’Everest, tanto che dalla stessa postazione l’altro ieri, insieme a "Gnaro" Mondinelli, Marco Confortola e Michele Enzio, aveva assistito in diretta al tentativo fallito dei cinesi di salire in cima.
  
"Ieri sono stato a Kala Patthar dalle 7 del mattino – ha detto Verza – e già a quell’ora c’era un nuvolone tutto intorno alla cima dell’Everest. I venti poi arrivavano ad almeno 100 chilometri orari. Più tardi è cambiato il tempo: è stata una mattinata incredibile, sono usciti addirittura degli arcobaleni a causa della turbolenza".
   
Un tempo davvero brutto insomma, per salire sulla montagna più alta del mondo. "La notizia dell’arrivo in vetta della fiaccola ci è stata comunicata dai militari nepalesi – continua Verza -. Da qui non si vedeva nulla a causa del maltempo. Se sono andati su sono stati bravi, perchè osservando il versante nepalese le condizioni sembravano davvero proibitive".
   
Oggi Verza si trova al laboratorio Piramide, dove proseguono i test di funzionamento dei collegamenti radio con le strumentazioni istallate a Kala Patthar e al Campo base dell’Everest.
 
"Ho sentito gli alpinisti – ha detto – e  finalmente hanno potuto montare al Campo base le stazioni che dovremo portare in vetta. Così io ho cominciato subito a fare i test di connettività dalla Piramide. E’ un buon risultato – ha aggiunto Verza – riceviamo perfettamente i segnali".
 
Il tempo intanto, ieri già brutto sull’Everest, è peggiorato su tutta la zona, dove sta nevicando da questa mattina.
 
Valentina d’Angella
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *