• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca

Alpi, valanga uccide l’alpinista Lombard

LARCHE, Francia — Una tragedia, un fatale incidente di montagna, ha ucciso martedì scorso l’alpinista francese Pierre Lombard. L’esperto scalatore, con all’attivo numerose spedizioni sulle montagne di diverse parti del mondo, è morto sui monti dietro casa, durante una semplice escursione con la famiglia, a causa di una banale quanto letale valanga.

Si trovava a pochi passi da casa, sopra Larche, oltre il Colle della Maddalena. Era in compagnia di suo fratello e del nipote di soli 16 anni e stava facendo una semplice escursione. Semplice almeno per lui che quella zona la conosceva come le sue tasche e che aveva ormai una vasta esperienza alpinistica.
 
Eppure proprio qui inaspettatamente si è consumata la tragedia. Poco prima delle 11 il gruppo è stato sorpreso da una valanga caduta nel Vallon de Germas: Lombard è stato travolto dalla slavina ed è precipitato nel vuoto per oltre 50 metri, andando a sbattere violentemente contro le rocce.
 
L’urto gli è stato fatale: l’alpinista è morto sul colpo. Quando i soccorritori sono arrivati sul posto hanno tentato di rianimarlo, ma per lui era ormai troppo tardi.
 
Il fratello di Pierre Lombard, George, e il nipote sono stati invece più fortunati di lui. Trascinati anche loro nel baratro dalla slavina, sono riusciti però ad aggrapparsi ad alcuni appigli e a salvarsi così la vita.
 
George Lombard però ha riportato un serio trauma facciale e si trova ora ricoverato all’ospedale di Marsiglia, dove è stato trasportato con l’elicottero. Il nipote invece è rimasto ferito meno gravemente e per questo è stato trasportato all’ospedale di Digne les Bains, dove è tuttora ricoverato. Per il momento sembra non sia in gravi condizioni.  
 
 
 
Valentina d’Angella
 
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *