• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità

Share Everest: in onda la diretta tv

PADOVA — Con l’intervento dell’americano Richard Armstrong si è conclusa ieri sera la prima sessione della Conferenza internazionale di Padova sui cambiamenti climatici e le montagne. Questa mattina, è ripresa la conferenza con nuovi interventi scientifici sui cambiamenti climatici.

Ieri alle 15.30 si è aperta la prima delle due giornate della conferenza internazionale “Mountains as early indicators of climate change”, organizzata a Padova dal Comitato EvK2Cnr, da Unep ufficio di Vienna, dall’Università di Padova con la collaborazione di Eurac Reaserch.
 
In una gremita Aula Magna dell’Università di Padova, alla presenza dei maggiori esponenti della ricerca nazionale e internazionale, delle istituzioni e delle autorità, si sono ufficialmente aperti i lavori di quello che viene considerato uno degli appuntamenti cardine della ricerca scientifica in alta quota. Un evento che Montagna.tv è in grado di farvi seguire in diretta.
 
Il momento sicuramente più significativo è stato il passaggio di consegne tra il mondo della ricerca scientifica e il suo braccio operativo in alta quota: Armstrong, esperto mondiale di studi climatici sul riscaldamento globale, ha messo nelle mani di Agostino Da Polenza il sensore termico: un piccolo, ma estremamente significativo apparecchio che verrà posizionato sulla cima del monte Everest e che sarà in grado di trasmettere in continuo il dato della temperatura dal punto più alto della Terra.
 
Questo atto simbolico ha dato ufficialmente il via alla missione scientifica di Share Everest 2008. La spedizione diventerà operativa da domenica, con la partenza di Da Polenza verso il Nepal dove già si trovano gli alpinisti incaricati di portare la strumentazione scientifica sulla montagna: Silvio Mondinelli, Marco Confortola e Michele Enzio.

Oggi, a far da protagonista sarà la scienza, con una serie di interventi dei maggiori esperti mondiali su clima e montagne. Seguiteci in diretta!

 
 
 
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.