• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca

Escursionisti svizzeri salvati dai pompieri

OSSOLA, Verbania — Brutta avventura ieri per due escursionisti del Canton Ticino. Marito e moglie si erano avventurati in alta Valle Cannobina, ma a un certo punto la donna è caduta ferendosi a un gamba, mentre l’uomo si è reso conto di aver perso l’orientamento. Chiamati i soccorsi, sono stati recuperati dai Vigili del fuoco.

L’episodio è capitato a due coniugi di 63 anni, provenienti dal Locarnese. Ieri erano arrivati in macchina a Finero, poi avevano intrapreso un’escursione in alta Valle Cannobina. Camminavano da un po’ quando a un certo punto sono cominciati gli imprevisti.
  
La donna è scivolata ed è rovinata malamente al suolo. La caduta le ha provocato una vasta e dolorosa abrasione alla caviglia che non le ha permesso più di rialzarsi. Il marito nel frattempo si è reso conto di aver perso l’orientamento e di non sapere più dove fossero, così ha preso il telefonino e ha chiamato i soccorsi.
   
In breve sono intervenuti sul posto i Vigili del fuoco di Malpensa e gli uomini del soccorso alpino di Val Vigezzo. I soccorritori hanno individuato la coppia e l’hanno trasportata con l’elicottero a Finero. Qui poi la donna è stata medicata e insieme al marito ha fatto ritorno a casa in Svizzera a bordo della propria autovettura.
 
 
 
Valentina d’Angella
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.