• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Annapurna, Steck torna ai piedi della Sud

KATHMANDU, Nepal — E’ pronto a prendersi la rivincita con la Sud dell’Annapurna. L’alpinista svizzero Ueli Steck, detentore del record di salita sulla Nord dell’Eiger, è già sbarcato in Himalaya e si trova sulla via di avvicinamento alla parete che l’anno scorso, con una violenta scarica di sassi, aveva respinto il suo tentativo di aprire una via nuova in solitaria.

 
"L’anno scorso ho avuto sfortuna – aveva detto Steck alla stampa qualche tempo fa – ma la strategia e la spedizione erano perfetta. Sento di poter salire questa parete, di avere più chanches di ogni altro alpinista. Ci riproverò".

E così, Steck è tornato in Himalaya, per riprovare a corteggiare la terribile parete sud dell’Annapurna (8.091 metri). L’obiettivo è quello di aprire una via nuova in puro stile alpino. Con lui c’è un altro alpinista svizzero, Simon Anthamatten, che pochi mesi fa ha segnato anch’egli un record sulla Nord dell’Eiger: quello della salita in cordata più veloce, insieme a Roger Schali.

I due alpinisti si trovavano, alcuni giorni fa, a Namche Bazar. A quest’ora dovrebbero essere vicini al campo base dell’Annapurna, situato a 4.250 metri di quota vicino al villaggio di Tengbo.

Prima di tentare la Sud del gigante himalayano, però, Steck e Anthamatten hanno in programma un’ambiziosa salita di acclimatamento: tentare l’inviolata parete Nord del Tengkampoche, una montagna di circa 6.500 metri.

Sara Sottocornola
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *