• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità

Minaccia parroco: no Via Crucis

LECCO — "La Via Crucis non deve passare sotto le nostre finestre, altrimenti vi prenderemo a secchiate d’acqua". Questa la soprendente minaccia rivolta al parroco del quartiere di Maggianico il giorno del Venerdì Santo. Autori, due coniugi italiani che risiedono poco lontano dalla chiesa parrocchiale.

Secondo quanto riferito dal Giornale di Lecco, i due coniugi, risoluti e battaglieri, avrebbero fatto irruzione in canonica durante la Settimana Santa, cercando di parlare con il parroco, don Adriano Bertocchi, che purtroppo non si trovava in sede. Così, se la sono presa con i parrocchiani presenti, chiedendo di riferire le loro minacce al sacerdote non appena fosse rientrato.
 
"La Via Crucis, venerdì sera, non deve passare sotto le nostre finestre – avrebbero detto i due coniugi -. Non siamo fedeli e non vogliamo manifestazioni di fede intorno a noi. Se oserete passare dalla nostra via, non esiteremo a prendere a secchiate d’acqua il prete e tutti i fedeli".
 
La "crociata" non ha per nulla impaurito il parroco, che come ogni anno aveva intenzione di mettere in atto la Via Crucis per le vie del paese. Purtroppo, un violento temporale e le temperature molto basse che hanno caratterizzato il weekend di Pasqua hanno impedito che la processione si svolgesse all’aperto.
 
"Abbiamo fatto la Via Crucis in chiesa per il maltempo – ha spiegato don Adriano al Giornale di Lecco – come peraltro è accaduto nelle altre parrocchie di Lecco. Ho spiegato ai parrocchiani che il motivo di questa scelta non erano assolutamente le intimidazioni ricevute. E’ giusto che questa gente sappia che non siamo per nulla intimoriti dalle loro minacce".
 
L’identità della coppia insofferente non è stata diffusa, ma nel quartiere c’è chi dice di conoscere i protagonisti di questa grottesca vicenda. Chissà come andrà a finire per le prossime manifestazioni religiose…
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *