• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Alta quota, Top News

Niente di fatto al Nanga: alpinisti rientrati al campo base

Alpinisti-in-salita-verso-campo-1-del-Nanga-Parbat-photo-Alex-Txikon-pagina-facebook-300x208.jpg

(UPDATED 28/02) – ISLAMABAD, Pakistan – E’ finito poco sopra campo 1 il tentativo di vetta al Nanga Parbat: troppa neve e alto pericolo valanghe hanno convinto gli alpinisti a rientrare al base in attesa di condizioni migliori. Alex Txikon, Ali Sadpara, Muhammad Kan, Mahmood Hashemi, Iraj Maani, Reza Bahadorani e Daniele Nardi erano partiti ieri con l’intenzione di raggiungere la cima dalla via Kinshofer tra martedì e mercoledì.

“Questa mattina ci siamo ritrovati a lottare con un metro di neve per superare il primo tratto dopo C1 per accedere al pendio che porta alla base delle rocce Kinshofer – ha scritto poche ore fa Daniele Nardi su facebook -. Con un po’ di attenzione e molta fatica abbiamo fatto un bel lavoro ed abbiamo tracciato un bel pezzo. Qualcuno, compreso me, sperava di poter salire fino al C2 a circa 6000m. Le condizioni però, anche se non proibitive, erano al limite della valangosita ed il meteo non era dei migliori. Alla fine zuppi della neve che cadeva dall’alto e stanchi di tracciare abbiamo deciso di scendere al campo base per rimuoverci nei prossimi giorni. Abbiamo comunque sistemato le tende al C1, recuperate sotto un grosso accumulo di neve e rifatta la traccia per un bel tratto sopra C1. Lavoro che era comunque da fare ma per il C2 è il caso di aspettare che tutto si assesti”.

La finestra di bel tempo era stata annunciata a partire da dopodomani. Il miglioramento del meteo è previsto soprattutto nelle giornate di martedì e mercoledì della settimana prossima, con venti intorno ai 20 chilometri orari.

Alex Txikon, Ali Sadpara, Daniele Nardi e il team iraniano, composto da Muhammad Kan, Mahmood Hashemi, Iraj Maani e Reza Bahadoran, hanno deciso di unire le forze e ieri avevano lasciato il campo base del versante Diamir alle 6 del mattino. Nel primo tratto fino a campo 1 avevano trovato molta neve fresca: proprio per agevolare la salita Txikon, Sadpara, Kan e Maani avevano battuto traccia l’altro ieri, fino alla morena.

“Nonostante la gran quantità di neve scesa negli ultimi giorni – si leggeva ieri sulla pagina facebook di Nardi -, la squadra formata da Daniele, Alex ed Ali, questa mattina è partita dal Campo Base e dopo 8 ore è arrivata a Campo1 a circa 5.000 metri. Ci son volute quattro ore per liberare la tenda dalla neve”.

Oggi tutto il gruppo avrebbe dovuto proseguire scalando il Kinshofer Wall e raggiungendo campo 2, posto a 6100 metri. Poi domenica sarebbero dovuti salire a campo 3, lunedì a campo 4, finora mai raggiunto da nessuno di loro.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.