• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca nera, Top News

Gran San Bernardo, valanga travolge scialpinisti italiani: salgono a 4 i morti

Gran-San-Bernardo-photo-Ansa.it_-300x200.jpg

(Updated) BERNA, Svizzera — E’ deceduto anche lo scialpinista ricoverato in gravi condizioni. Sale a 4 il bilancio delle vittime, tutte italiane, sotto la valanga che sabato 21 febbraio ha colpito il versante svizzero del Gran San Bernardo: si tratta di due uomini e due donne tra i 51 e i 52 anni che stavano salendo con gli sci d’alpinismo all’ospizio del Gran San Bernardo. I tre scialpinisti facevano parte di un gruppo di sei persone provenienti dalla Lombardia: un compagno delle vittime è ferito in modo lieve mentre un sesto era rimasto illeso e non coinvolto dalla valanga.

Secondo le informazioni diffuse dalla polizia del Canton Vallese il distacco è avvenuto poco dopo le 13 a circa 2300 metri di quota, sul passaggio de La Combe des Morts. A quanto pare l’unico pericoloso della salita che stavano compiendo i cinque scialpinisti.

La valanga aveva un fronte di circa 100 metri, si è incanalata in un vallone e ha travolto i cinque dopo una “corsa” di circa 200 metri. Due scialpinisti sarebbero riusciti a uscire da soli dalla neve, mentre i loro compagni sono rimasti sepolti fino all’arrivo dei soccorsi giunti sul posto con squadre cinofile, uomini a piedi ed elicotteri. Secondo quanto riferito dai soccorritori, erano sepolti sotto due metri e mezzo di neve.

I feriti sono stati elitrasportati in ospedale, ma tre di loro sono spirati poco dopo l’arrivo. Un quarto uomo è stato ricoverato in gravi condizioni, ma putroppo è spirato anche lui nella notte. Molte – secondo le cronache – le difficoltà affrontate dai soccorritori, che hanno dovuto condurre a termine l’operazione tra vento forte e nebbia fitta, raggiungendo i travolti a piedi dopo essere stati lasciati piuttosto distanti dall’elicottero.

Sono stati diffusi dalla polizia cantonale due nominativi delle vittime: una è Francesca Clerici, l’altro è Gianluca Spina, presidente del Mip, la School of Management del Politecnico di Milano. Tutti e sei i componenti del gruppo avevano tra i 51 e i 52 anni e provenivano dal milanese.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.