• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Sci

Cdm sci, presentata la nuova discesa di Santa Caterina

pista-deborah-compagnoni-fis-212x300.jpg
La pista di Santa Caterina Valfurva, basata sul tracciato Deborah Compagnoni, che sarà utilizzata il prossimo 28 dicembre per discesa libera maschile di Coppa del Mondo di Sci Alpino (Photo courtesy of Fis)
La pista di Santa Caterina Valfurva, basata sul tracciato Deborah Compagnoni, che sarà utilizzata il prossimo 28 dicembre per discesa libera maschile di Coppa del Mondo di Sci Alpino (Photo courtesy of Fis)

VALFURVA, Sondrio — É stata presentata negli scorsi giorni a Milano la gara di Coppa del Mondo di sci alpino che si svolgerà il prossimo 28 dicembre a Santa Caterina Valfurva. Il nuovo tracciato per la discesa maschile è basato sulla pista “Deborah Compagnoni”, creata appositamente nel 2005 per le gare femminili dei Campionati Mondiali di sci alpino.

La partenza è stata infatti posta 250 metri più in alto rispetto al 2005, portandola a quota 2750 metri, mentre l’arrivo è a 1745, per un dislivello totale di 1005 metri. Lo sviluppo del tracciato è di 3300 metri e la pendenza massima è del 76 percento. Questa discesa maschile della Coppa del Mondo di sci alpino si svolgerà il prossimo 28 dicembre e andrà a “sostituire” quella storica sulla pista “Stelvio” di Bormio.

Negli scorsi mesi erano infatti sorti dei problemi a causa della data di svolgimento della gara e così in brevissimo tempo era stata presentata un’alternativa per mantenere la gara in Italia: Santa Caterina Valfurva. La Fis ha accettato la scelta e ora, con altrettanta rapidità, è stata tracciata la pista per l’appuntamento di dicembre che per la prima volta vedrà gli uomini gareggiare sulle nevi della località valtellinese.

“Un ringraziamento – ha dichiarato durante la presentazione il Presidente della Fisi, Flavio Roda – al Governatore Maroni e all’Assessore Rossi che si sono davvero impegnati perché la gara di Coppa del Mondo rimanesse in Italia e grazie al loro supporto ce l’abbiamo fatta. Questa gara non è il recupero di Bormio, ma è la discesa di Santa Caterina: un concetto che voglio che passi chiaramente”.

“Il turismo cresce con il grande sci – ha concluso il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni – e noi abbiamo creduto in questo. Crediamo nelle ricadute importanti che la gara di Coppa del Mondo potrà avere sull’Alta Valtellina che tradizionalmente ha puntato sullo sport. La Lombardia si conferma dunque un’eccellenza anche nell’ambito degli sport invernali e la Regione si impegna sin d’ora ad offrire il supporto economico perché questa gara si faccia quest’anno e negli anni a venire”.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *