• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cultura, Primo Piano

Vittorio Veneto e Grande Guerra: riapre Museo della Battaglia

01ingresso1-300x216.jpg
Museo della Battaglia (Photo courtesy of www.museobattaglia.it)
Museo della Battaglia (Photo courtesy of www.museobattaglia.it)

VITTORIO VENETO, Treviso — In occasione dei 100 anni dal Primo Conflitto Mondiale, riapre a Vittorio Veneto il Museo della Battaglia. La struttura raccoglie migliaia di oggetti risalenti al periodo bellico, dalle armi alle uniformi, ma anche documenti, mappe e fotografie.

Il Museo della Battaglia nacque nel 1938 quando un giovane del posto, Luigi Marson, donò alla comunità di Vittorio Veneto una serie di oggetti legati alla sua esperienza di soldato nelle trincee, principalmente armi e munizioni, ma anche strumenti comunemente usati nella vita al fronte. La struttura ha poi costituito una Rete Museale con altri tre Musei della Guerra in Veneto: il Museo del Risorgimento di Vicenza, il Museo della Bonifica di San Donà di Piave ed il Museo del VII Alpini di Sedico.

Nel 2012 il museo è stato chiuso per dei lavori di ristrutturazione conclusisi quest’anno in occasione del centenario dall’inizio della Grande Guerra. Il piano terra è interamente costituito da “La trincea” un’esposizione che consente al visitatore di immergersi nei diversi aspetti della vita in questi angusti spazi grazie ad immagini, ma anche con l’aiuto di effetti sonori, visivi e olfattivi.

Al secondo piano il tema è “L’occupazione” vissuta da gran parte del Nord Italia tra novembre del 1917 e ottobre del 1918 con una saletta dedicata all’Armeria di Marson ovvero a quello storico primo nucleo di oggetti che costituì l’inizio del Museo stesso. “Dalla Battaglia al Mito” è invece il titolo dell’esposizione presente al terzo piano dove si racconta la Battaglia Finale, quella Battaglia di Vittorio combattuta aspramente sul Piave. Lo scontro si concluse il 30 ottobre del 1918 con l’arrivo delle truppe italiane e negli anni successivi costituì un vero e proprio mito.

Link: Museo della Battaglia

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *