• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Parimbelli precipita: salvo per miracolo

BERGAMO — Le cascate di ghiaccio colpiscono per la seconda volta in due giorni. Il noto alpinista bergamasco Yuri Parimbelli (nella foto) è precipitato ieri per una quindicina di metri mentre stava scalando una cascata a Cambrembo, vicino a Valleve, in Valbrembana.

L’alpinista – 33 anni, di Seriate – è considerato uno dei più promettenti della pattuglia bergamasca. Si trova ricoverato agli Ospedali riuniuti di Bergamo con diverse contusioni e abrasioni, ma per fortuna non è in pericolo di vita.

Certo lo spavento è stato tanto. Erano circa le 15 a Cambrembo, una località molto nota fra i ghiacciatori, quando l’alpinista stava scalando una difficile cascata insieme a una compagna di cordata. All’improvviso, per ragioni ancora da stabilire, Parimbelli ha perso l’appiglio ed è precipitato per una quindicina di metri.

L’alpinista (nella foto a destra) è rimasto ferito ma sempre cosciente sulle rocce, in una zona impervia impossibile per un atterraggio in elicottero. I soccorritori del 118, avvisati dalla compagna di Parimbelli e arrivati sul posto con grande celerità, hanno compiuto un salvataggio capolavoro.

Il pilota dell’elicottero Stefano Benassi si è avvicinato il più possibile al luogo in cui è caduto Parimbelli e ha fatto stazionare il velivolo a una decina di metri d’altezza. I soccorritori sono poi scesi grazie al verricello, hanno imbragato il malcapitato alpinista sulla lettiga e l’hanno issato sempre attraverso il cavo.

Dopo le prime cure, Parimbelli è stato elitrasportato in Ospedale. Le sue condizioni, riferiscono i medici, non destano preoccupazioni. Un cero al Soccorso alpino…

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *