• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Esteri

Usa, slavina travolge ragazzo in ciaspole

OLYMPIA, Usa — E’ stato travolto martedì da una valanga sulle pendici del Mount Rainier, nello stato di Washington, mentre rientrava da una gita in ciaspole con un amico. Ma ancora, il suo corpo non è stato ritrovato: le ricerche sono intralciate da copiose nevicate che non accennano a smettere.

Vittima dell’incidente è uno studente del college, Kirk Reiser, di soli 22 anni. Martedì mattina, con un amico, era partito per un’escursione con le ciaspole al Camp Muir. Il tempo però è peggiorato improvvisamente e i due ragazzi hanno deciso di fare dietro-front.
 
Verso l’una e mezza il boato. La valanga si è staccata sopra Kirk e lo ha travolto in pieno. L’amico si è messo subito a cercarlo. Ha passato ore a scavare disperatamente nella neve senza risultato e alla fine si è dovuto arrendere.
 
Il problema è che, a quanto sembra, avrebbe dato l’allarme solo a notte inoltrata, quando ha smesso di cercare. Per cui le squadre di ricerca sarebbero arrivate sul posto solo 24 ore dopo la scomparsa, tra l’altro nel bel mezzo di una forte e persistente nevicata.
 
Il pericolo valanghe, al momento, sul posto è ancora molto elevato, e le ricerche del ragazzo sono davvero problematiche. La famiglia però, continua a sperare: "Faceva il boy scout – hanno detto – sa cavarsela in situazioni di pericolo. Tornerà a casa".
 
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *