• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Itinerari, Primo Piano

Tapum: parte oggi la seconda spedizione sui sentieri della Grande Guerra

tapum-294x300.jpg

tapumTRENTO — Partirà oggi da Trento la spedizione storica del progetto Tapum, che ripercorrerà in un trekking di quasi 700 km, da Trento a Trieste, i luoghi più significativi della Grande Guerra, considerando l’arretramento del fronte dopo Caporetto. La spedizione è stata organizzata per celebrare il centenario della Grande Guerra e fa il paio con quella alpinistica partita il 24 agosto da Bormio che sta seguendo la linea dei cinque fronti di guerra “dallo Stelvio al Mare”.

La Spedizione storico-escursionistica del Cammino della Memoria partirà venerdì 12 settembre dalla Sede Ana di Trento in Piazza duomo. Affronterà circa 27mila metri di dislivello, percorrendo la linea di fondo valle del Conflitto e toccando Asiago, Bassano, Vittorio Veneto, Monte Grappa, Piave, Carso. Alle 14 la cerimonia di saluto, con la partecipazione di Walter Pilo, Presidente del Comitato Ta Pum e rappresentanti del team escursionistico e dell’esercito italiano.

“La spedizione in partenza da Trento è composta significativamente di giovani donne e uomini, civili e militari appartenenti all’11° Reggimento Bersaglieri e al Reggimento “Piemonte Cavalleria” – riferisce la nota stampa del progetto -. Una partecipazione che suggella lo spirito del Cammino della Memoria, che vuole recuperare un memoria condivisa e comune fatta di ricordi individuali e collettivi, eventi bellici e gesti di pace, eroismo, sofferenza e altruismo”.

Le due spedizioni di Ta Pum ripercorrono per la prima volta, in maniera integrale e continuativa, un Cammino della Memoria sui luoghi teatro del Conflitto. Si incontreranno a Redipuglia il 14 ottobre, per percorrere insieme la parte finale del percorso fino a Trieste, dove giungeranno il 17 ottobre.

“L’adesione e il riscontro che stiamo ricevendo dai Comuni e dagli Operatori locali dei territori toccati dal Cammino, ma anche da privati cittadini che chiedono di accompagnare parte del percorso, ci conforta sulla bontà del Progetto” dichiara Walter Pilo, promotore di Ta-Pum e presidente dell’associazione L’Uomo Libero onlus.

La spedizione vede anche il supporto scientifico del Cnr che partecipa a questa impresa attraverso vari Istituti del Dipartimento Terra Ambiente, che ha affidato agli alpinisti una centralina portatile per il monitoraggio dei parametri meteorologici e atmosferici, volti arilevare la qualità dell’aria nelle zone attraversate.

Il Comitato Ta Pum mira, a partire dall’anniversario del conflitto e dopo la missione compiuta da questi primi due gruppi, a coordinare in modo permanente i due percorsi per chiunque desideri intraprenderli ottenendo il riconoscimento del Cammino della Memoria come Cammino del Consiglio d’Europa.

More info: www.tapum.it

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.