• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Unterkircher insignito del “Cator d’oro”

Karl Unterkircher insignito del Cator d'oro

ORTISEI, Bolzano — E’ tempo di gloria per gli eroi della parete Nord del GII. Dopo il Premio Riccardo Cassin, ritirato da Daniele Bernasconi la scorsa settimana a Lecco, sabato sera Karl Unterkircher è stato insignito del prezioso riconoscimento "Cator d’or" per meriti alpinistici, conferitogli dal gruppo alpinistico dei Catores della Val Gardena.

Unterkircher ha ricevuto il Cator d’Oro dal Presidente dei Catores, Adam Holzknecht, durante la cena del soccorso alpino Judacrep-Catores della Valgardena, svoltasi sabato 15 dicembre a Ortisei.
 
A valere il premio, la strepitosa serie di salite che ha visto protagonista l’alpinista gardenese negli ultimi tre anni: dalle cime di Everest e K2 scalate senza ossigeno nel giro di due mesi nel 2004, alle prime salite assolute sul Mt. Genyen (2006), sul Jasemba e sulla Nord del Gasherbrum II, nel 2007. Senza contare la sua esemplare attività alpinistica in Dolomiti, sulle Alpi e in altre spedizioni extraeuropee.
 
Gustav Senoner, Bruno Malsiner e Christian DenicoloUna carriera d’oro come quella di Unterkircher non poteva che meritare un risconoscimento come il "Cator d’oro", che prima di lui avevano ricevuto solo il grande Giambattista Vinatzer e lo stesso Adam Holznecht, ora presidente del gruppo. Altri due Cator d’oro sono stati assegnati nella storia dei Catores a Raffael Kostner ed Edi Stuflesser, ma per meriti di soccorso in montagna.
 
La serata di sabato è stata anche l’occasione per formalizzare l’entrata nell’esclusivo gruppo alpinistico altoatesino di 3 nuovi Catores: Gustav Senoner, Bruno Malsiner e Christian Denicolo (nella foto sotto).
 
Sara Sottocornola
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *