• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Cassin premia gli eroi del GII Nord

LECCO — "Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile il progetto. E un po’ anche noi che siamo arrivati in vetta". Ecco il simpatico commento di Daniele Bernasconi mentre ritira, dalle mani di Riccardo Cassin, il premio vinto dalla prima salita alla Nord del Gasherbrum II, compiuta con Karl Unterkircher e Michele Compagnoni. Tutte le immagini e le interviste nei videoservizi di Montagna.tv.

 

La sala era gremita, al Teatro della Società di Lecco, dove si è tenuto il convegno "Montagna e filosofia", una grande serata dedicata alla montagna e alla leggenda vivente di Riccardo Cassin, all’interno del quale sono avvenute le attesissime "investiture" del Premio 2007 per l’alpinismo e la cultura di montagna.

 
Oltre alla vittoria della prima salita alla Nord del GII, da segnalare una menzione speciale per l’alpinismo andata al lecchese Fabio Valaseschini. Per la categoria cultura è stato premiato il progetto di recupero dei pascoli in Val dei Ratti promosso da un gruppo di giovani hanno deciso di non lasciar morire le loro montagne ma di ridargli vita e slancio per le generazioni future.
 
Alle premiazioni è seguito un dibattito sul tema "montagna e comunicazione", moderato da Daniele Redaelli e che ha visto l’intervento del noto giornalista sportivo ed ex-direttore della Gazzetta dello Sport, Candido Cannavò.
 
La serata è stata l’occasione scelta dalla Fondazione Cassin, impegnata proprio in questi mesi nell’organizzazione dei festeggiamenti in vista del 100esimo compleanno del grande alpinista, per annunciare il progetto di un museo della montagna da realizzare qui, nel cuore delle Alpi centrali. Precisamente ai Resinelli, in una struttura la cui pianta è stata disegnata riprendendo il profilo della Grignetta.
 
Chilometri di pellicole inedite delle spedizioni del grande Cassin, insieme a reperti unici della sua storia alpinistica, attendono di essere mostrati al pubblico nel nuovo museo, per la cui realizzazione, ora, la Fondazione sta raccogliendo i finanziamenti.
 
Sara Sottocornola
Guarda le interviste complete:
 
 
Related links:
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *