• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità

In trattore, dall’Olanda al Polo Sud

AMSTERDAM, Olanda — Chi ha detto che viaggiare veloci è meglio? Non la pensa così Alex Bellini, il valtellinese che vuole attraversare il Pacifico a remi. E nemmeno Manon Ossevoort, una trentenne olandese partita 3 anni fa dall’Olanda in trattore, che sta viaggiando verso Sud puntando all’Antartide. Secondo la tabella di marcia, lo raggiungerà nel novembre del 2008.

Alla velocità media di 5 chilometri orari, la Ossevoort ha percorso la distanza tra la cittadina olandese di Terschelling e la Tanzania nel giro di tre anni, macinando un totale di 20 mila chilometri. Altri 15 mila – da percorrere ottimisticamente in un anno – e arriverà alla sua meta: l’Antartide.
 
Laggiù, questa avventurosa viaggiatrice solitaria vuole incastonare nel ghiaccio i "sogni" delle persone che ha incontrato durante il suo pellegrinaggio. Sogni scritti su pezzi di carta da bambini, giovani, adulti e anziani.
 
Finora ha attraversato l’Europa, dall Francia al Montenegro, per poi trasferirsi in Egitto e attraversare Sudan, Ethiopia, Kenya, Uganda. La sua giornata tipo è semplice: guida per 10 ore al giorno e poi monta la sua tenda sul trattore, dove trascorre la notte.
 
"La lentezza del viaggio simboleggia il fatto che per esaudire un desiderio ci vuole del tempo – ha spiegato a chi gli chiedeva lumi su questa originale impresa -. Indipendentemente dalla velocità, se ti impegni al massimo, si realizzerà".
 
Per ora, la ragazza si è tutt’altro che stancata. L’entusiasmo è alle stelle e durante questi tre anni di viaggio ha già scritto un libro. Curiosamente, non si è "stancato" nemmeno il trattore: un mezzo che risale, pensate, al 1974 e raggiunge al massimo i 20 chilometri orari.
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *