• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Sport

Valtellinese tenta il Pacifico a remi

 

APRICA, Sondrio — Nuovo progetto per il temerario navigatore valtellinese Alex Bellini. L’atleta, che due anni fa ha attraversato l’Atlantico a remi, ora vuole tentare la traversata del Pacifico, in solitaria, sempre a forza di braccia. Tempo previsto? Un anno intero di navigazione.

Altro che Robinson Crusoe. Il vero re dei mari arriva dalle montagne lombarde, precisamente dalla Valtellina, e si chiama Alex Bellini. Noto per la recente e straordinaria traversata solitaria a remi dell’Atlantico, qualche giorno fa ha annunciato l’intenzione di sfidare, l’anno prossimo, il Pacifico.
 
Bellini partirà nel febbraio del 2008 dal Sudamerica, o meglio dal Perù. Con la sua barca in vetroresina di 7 metri e mezzo, completamente da solo, affronterà acque sconfinate, terribili tempeste e infide barriere coralline, puntando dritto alle coste australiane.
 
La rotta dovrebbe mantenersi pochi gradi sotto l’Equatore e la distanza totale dovrebbe aggirarsi intorno ai 16mila chilometri. Bellini non avrà alcun aiuto, alcun motore, nè altro mezzo per spingersi avanti o resistere alle mareggiate. Soltanto la forza delle braccia, che ora sta allenando intensamente sotto la supervisione di da Gianluca Farina, oro olimpico del canottaggio.
 
La progressione, comunque, sarà quanto mai lenta. La velocità media prevista è infatti di 4 chilometri all’ora (2 nodi). Senza contare che le tempeste potranno facilmente far perdere la rotta all’atleta valtellinese, che poi dovrà spendere tempo ed energie per ritrovarla.
 
Sulla barca, Bellini avrà scorte alimentari per oltre 400 chilogrammi. Ma si ciberà anche di pesce che catturerà durante la navigazione. A bordo avrà un sofisticato sistema informatico e satellitare che lo terrà costantemente in contatto con la terra, per conoscere le previsioni meteo e inviare notizie sulla sua avventura.
 
"La mia sfida è impegnativa sia dal punto di vista fisico che mentale – ha dichiarato Bellini alla stampa -. Ma ne varrà la pena. Ora ci sono due navigatori impegnati in progetti simili al mio, ma non stanno avendo fortuna: è uno stimolo in più a migliorare la preparazione".
 
Bellini, 29 anni, ha un passato di imprese eccezionali: ha attraversato a piedi il deserto nel 2000 e l’Alaska due anni dopo. Poi si è dato al mare: ha attraversato a remi il Mediterraneo e poi l’Oceano Atlantico, riuscendoci nel 2005 dopo aver fallito due tentativi.
 
Sara Sottocornola
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *