• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Turismo

Sci low cost? Scopri il “Cube” hotel

Cube Nassfeld

NASSFELD, Austria — E’ un albergo a forma di cubo, sta in mezzo alle piste da sci e costa pochissimo. Ecco la nuova frontiera del turismo, che con i nuovissimi "cube" diventa low cost e si adatta a tutti i portafogli. Ma soprattutto, si adatta ai giovani, visto che la privacy diventa un optional.

I primi "Cube", di acciaio cemento e vetro, sono stati aperti in Austria (a Nassfeld e a Biberwier) e in Svizzera (a Savognin). Sono a metà tra il bed & breakfast, il rifugio e l’ostello. Dato il grande successo registrato finora soprattutto tra i ventenni e tra le famiglie, presto ne apriranno uno anche a Chamonix, in Francia, e sulla Sierra Nevada, in Spagna.
 
Una delle ragioni del successo sono probabilmente i prezzi ragionevoli: pernottamento e prima colazione costano infatti solo 18 euro, ma è obbligatorio acquistare anche lo skipass (in Austria, viene 37 euro). Nel prezzo, sembra siano compresi anche l’uso di attrezzatura per gli sport invernali, la sauna, la discoteca e l’animazione.
 
Come in tutti gli alberghi, se aumentano le persone per camera o i giorni di permanenza, i prezzi si abbassano, mentre si alzano un po’ sotto Natale.
 
Ovviamente, però, gli interni sono quanto di più lontano possibile dai graziosi e caratteristici Garni tirolesi. Tutto, dentro e fuori, è minimalista: le camere hanno pavimenti di cemento e pareti di cartone. Niente scale, ma scivoli per trascinare comodamente sci o biciclette nelle stanze da letto.
 
Per il soggiorno, si può scegliere di avere una camera privata oppure andare a finire in un camerone con altre persone, magari per farsi nuovi amici. Un po’ come in un rifugio: letti a castello, lavandini in comune grandi anticamere per asciugare gli scarponi. 
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *