• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca

Valseriana: neonata salvata dalla nonna

BERGAMO — Forse è stata della saliva ingerita dalla via sbagliata. Certo è che sono stati momenti di terrore quelli vissuti ieri sera da una famiglia di Dorga, in Alta Valle Seriana. La loro bimba di 20 giorni stava soffocando nella culla. Solo con un provvidenziale intervento la nonna è riuscita a salvarla.

Grace, questo il nome della bambina, ora sta meglio. Ma la vicenda vissuta dai suoi, ha lasciato il segno. Erano circa le 10 della sera nel paesino non distante da Castione della Presolana. Dopo la poppata, la mamma – Veronica Ferrari – ha messo la bambina in culla.
 
Passano solo pochi minuti ed ecco il dramma. La bimba piange ininterrottamente, nessuno riesce a fermarla. Diventa cianotica, non respira più. Ansima. Fra i genitori è il panico mentre viene avvertito il 118 di Clusone.
 
La nonna, che abita sul pianerottolo di fronte, corre verso la stanza di Grace. Senza pensarci un attimo, strappa la piccola dalle braccia della madre, l’appoggia sul suo avambraccio, la gira a gambe all’aria e le dà due colpi decisi sulla schiena.
 
Grace, seppure a fatica, riprende a respirare. Il momento più terribile  è passato. L’intervento della nonna ha salvato quel piccolo angelo, strappandolo alla morte.
 
Poco dopo arrivano i soccorritori del 118. La bimba viene trasportata all’Ospedale di Clusone per i controlli del caso. Il pediatra dice che si è trattato di un improvviso arresto respiratorio provocato da saliva ingerita per la via sbagliata.
 
Sia come sia: che le campane della valle, lassù, suonino a festa…  
 
Foto di repertorio
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *