• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca

Cacciatore muore nel Torinese

BROSSO CANAVESE, Torino — Si era nascosto dietro un cespuglio, ma quando si è mosso per uscirne i suoi compagni di caccia avrebbero sparato pensando fosse un cinghiale. Così forse è morto ieri un cacciatore nei boschi vicino a Torino.

O almeno, questa è la prima ricostruzione dell’accaduto secondo i carabinieri di Ivrea che stanno cercando di fare chiarezza sulle dinamiche dell’incidente.
  
Franco Righino, questo il nome della vittima, 37 anni residente a Pavone Canavese, si trovava ieri nei boschi di Brosso Canavese. Era impegnato con una quindicina di compagni in una battuta di caccia al cinghiale e durante un agguato all’animale si sarebbe consumata la tragedia.
   
L’uomo si era nascosto dietro un cespuglio, probabilmente senza che gli altri lo sapessero o lo vedessero. Così, quando si è mosso spostando le foglie dell’arbusto, i cacciatori hanno pensato si trattasse del cinghiale. In attimo è partito un colpo di fucile, che ha colpito in pieno Righino. Per l’uomo non c’è stato niente da fare, è morto sul colpo.
 
 
 
Valentina d’Angella
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *