• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Folla per ricordare Dalla Longa

BERGAMO — Grande affluenza di pubblico ieri sera a Nembro per ricordare l’alpinista Sergio Dalla Longa. Uno splendido filmato con le sue scalate e i ricordi dei colleghi Simone Moro e Mario Merelli hanno incantato una platea di oltre ottocento persone.

Dalla Longa è scomparso quest’estate a pochi metri dalla cima del Dhaulagiri (8.167 metri) in Himalaya. E’ precipitato su un tratto di roccia, sotto gli occhi impotenti della moglie Rosa Morotti e dell’amico Stefano Magri, durante la spedizione con Mario Panzeri, Mario Merelli, Lina Quesada e Domenico Belighieri.
 
A pochi mesi dalla scomparsa, amici e compaesani hanno voluto ricordarlo con una serata speciale, dedicata interamente alle sue scalate e al suo personaggio. Un evento che ha riscosso enorme successo: ieri sera la Sala Adobati, nel cuore del paesino della Val Seriana, strabordava letteralmente di gente.
 
E’ stato proiettato un video sulla carriera alpinistica di Dalla Longa, dagli anni Settanta fino ad oggi, dalle Alpi all’Himalaya. Dalla Longa, accademico del Cai, è stato l’unico italiano ad aver salito in inverale tre grandi vie alpine come la Nord dell’Eiger, la Nord del Cervino e quella delle Grand Jorasses.
 
La serata è stata presentata dalla moglie Rosa Morotti, dall’amico Ennio Spinarelli, da Paolo Valoti, Simone Moro, Gregorio Savoldelli e Mario Merelli. Tra il pubblico erano presenti anche gli amici del Dhaulagiri, Gianni Golz e Renzo Benedetti, tutto il gotha dell’alpinismo bergamasco e non solo.
  
Il ricavato della serata, al termine della quale sono stati venduti i panettoni della onlus "La Goccia", è stato devoluto interamente in beneficienza per la costruzione di un ospedale a Kalika, nella regione nepalese del Dolpo.
 
 
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *