• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità

Arriva la neve, ma solo in alta quota

BERGAMO — E’ arrivata la neve sulle Alpi. Come previsto, da ieri piove e nevica su tutte le zone montuose del nord Italia, per la gioia degli amanti degli sci, che vedono avvicinarsi l’atteso momento del ritorno sulle piste. In Alto Adige è anticipata l’apertura di alcune stazioni, mentre altrove bisognerà aspettare ancora un settimana o poco più.

Sabato di inizio stagione sciistica per alcune piste del Dolomiti Superski, il mega comprensorio sciistico delle Alpi orientali. Le basse temperature e le abbondanti precipitazioni infatti, hanno permesso ai gestori di aprire in anticipo le stazioni di Plan de Corones, Alta Badia, San Martino di Castrozza/Passo Rolle, Trevalli e Civetta. Per un totale di 110 chilometri di piste di puro divertimento per sciatori e snowboarder.
 
Questa mattina sono segnalati tra i 10 e i 20 centimetri di neve, nelle località sciistiche del comprensorio, anche se il tempo non è dei migliori. Fino a domani infatti, sono previste forti piogge e nevicate sopra i 1500 – 1800 metri di quota. Sabato e domenica invece il tempo dovrebbe migliorare leggermente, pur rimanendo prevalentemente coperto.
 
In Lombardia si scia già dalla settimana scorsa al Tonale. Qui il manto nevoso è alto tra i 10 e i 15 centimetri, e sono aperte tre piste, tra cui quella del ghiacciaio Presena, dove la neve è alta 60 centimetri.
  
A Livigno ci sono 25 centimetri di neve, e più in alta quota 45, mentre a Madesimo il manto è fermo a 10 centimetri. E se gli impianti del comprensorio Valchiavenna Skiarea sono ancora chiusi, non lo saranno ancora per molto: da sabato 30 novembre si scierà anche qui.
  
Ancora chiuso anche il Monterosa ski, il grande comprensorio che si estende tra Piemonte e Val d’Aosta. La neve infatti è ferma a 2 – 3 centimetri, e già da alcune ore la pioggia scende copiosa a valle, mentre diventa neve solo tra i 1500 e i 1800 metri.
  
A Bardonecchia, in Valle di Susa, invece, nelle ultime ventiquattro ore sono scesi già 20 centimetri di neve, che fanno ben sperare gli sciatori. Bisognerà però vedere quanto reggerà il manto nelle prossime ore, visto il previsto aumento delle temperature nel weekend. Ieri poi, ha nevicato molto anche in Valle Maira e Valle Varaita, nel cuneese. 
  
A Cervinia il manto nevoso è di 10 centimetri a valle, che salgono a 115 in alta quota. E se la neve non manca, sono le cattive condizioni metereologiche a chiudere gli impianti. Almeno fino a domani infatti, sono previste precipitazioni di pioggie e neve sopra i mille metri. Sulla strada statale 27 del Gran San Bernardo è inoltre consigliato ai veicoli l’uso di catene.
 
 
 
Valentina d’Angella
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *