• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Tecnologia

Diretta web dalla Piramide dell’Everest

TRIESTE — La Piramide dell’Everest in diretta dall’Italia. Lo spettacolare collegamento avverrà sabato pomeriggio da Trieste, durante l’inaugurazione di Era (l’Esposizione di Ricerca Avanzata) che si terrà nei padiglioni della Stazione marittima, dal 17 novembre al 16 dicembre prossimi.

La biennale di divulgazione scientifica – ideata e organizzata da Globo divulgazione scientifica – quest’anno s’inserisce tra le iniziative collegate all’“International Year of Planet Earth” proclamato dalle Nazioni Unite e ha come tema la Terra.

Per un mese intero ci saranno mostre, conferenze e filmati dedicati al nostro pianeta. Protagoniste le scienze della terra, la geofisica, la botanica, la climatologia, le biotecnologie in agricoltura, le esplorazioni di ambienti estremi (regioni polari, abissi oceanici, deserti ecc.) e la paleontologia, l’archeologia, la sismologia e la vulcanologia.

Si tratta di un’occasione imperdibile per entrare in contatto con i principali centri di ricerca nazionali e le loro scoperte scientifiche. A disposizione del pubblico e delle scuole un servizio di visite guidate, con personale specializzato, che renderà più piacevole e ricca l’offerta culturale e scientifica della manifestazione.

"ERA Terra" è promossa e organizzata da Globo divulgazione scientifica in collaborazione con l’Associazione Trieste Science Centre Friuli Venezia Giulia e con il contributo e patrocinio del Ministero dell’Università e della Ricerca, del Ministero della Pubblica Istruzione, della Regione Friuli Venezia Giulia, della Provincia e del Comune di Trieste, della Fondazione CRTrieste e dalla commissione italiana di Pianeta Terra – Le scienze della Terra.

Alla rassegna di quest’anno parteciperanno Area science park, il Centro internazionale di ingegneria genetica e biotecnologia (ICGEB), Il Consiglio nazionale delle ricerche (CNR), il Corpo nazionale dei vigili del fuoco, l’Ente per le nuove tecnologie, l’energia e l’ambiente (ENEA),l’International centre for theoretical physics “The Abdus Salam”, Ipanema di Primo Rovis,l’Ispettorato ripartimentale delle foreste della Regione Friuli Venezia Giulia, l’Istituto nazionale di astrofisica (INAF) – Osservatorio astronomico di Trieste, l’Istituto nazionale di fisica nucleare (INFN), l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (INGV), l’Istituto nazionale di oceanografia e geofisica sperimentale (OGS), il Museo nazionale dell’Antartide (MNA), il Museo civico di storia naturale di Trieste. E, per la ricerca in alta quota, il Comitato Everest-K2-Cnr.

Il Comitato avrà un proprio stand. Da qui, il giorno dell’inaugurazione, verranno effettuati due collegamenti in diretta web con la Piramide dell’Everest, il laboratorio scientifico più alto del mondo, con i suoi 5050 mslm.

Il primo collegamento avverrà alle ore 11.30 durante l’inaugurazione ufficiale. Il secondo, nel pomeriggio alle 17, in occasione dell’apertura al pubblico e alle scolaresche.

Ad effettuare il collegamento sarà il Prof. Giorgio Poretti, ricercatore e membro del Comitato Everest-K2–Cnr, che gestisce della Stazione GPS della Piramide e l’elaborazione dei dati rilevati. Poretti – sempre per conto del Comitato – si occupa anche dei dati gravimetrici, geodetici e topografici osservati in Nepal ed in Pakistan per il calcolo delle anomalie di gravità e del geoide locale. I suoi settori di ricerca: geologia, rilevamento di profili gravimetrici per la rimisurazione con metodi classici e satellitari delle montagne, misura della deviazione della verticale.

All’altro capo del collegamento web ci saranno Pema Sherpa, Tenzing Sherpa, Lhakpa Tsheringg Sherpa, ovvero tre componenti nepalesi dello staff della Piramide, che si occupano della manutenzione del Laboratorio, delle apparecchiature e il lodge annesso. Si tratta di personale formato e addestrato dagli esperti del Comitato.

Proprio in questi giorni altri 2 componenti nepalesi del Pyramid staff, Laxman Adhikari e Kaji Bista, sono in Italia (presso la sede di Bergamo del Comitato Everest-K2-Cnr) per un corso di formazione e aggiornamento sulla gestione del laboratorio e delle stazioni di monitoraggio ambientale e geofisico. Anche loro seguiranno via skype il collegamento con i colleghi durante la manifestazione di Trieste.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *