• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità

Cina: Spiderman espulso, poi richiamato

PECHINO, Cina — La Cina lo aveva bandito dal paese per cinque anni dopo che aveva "osato" scalare un grattacielo di Shanghai senza il permesso delle autorità. Ora, a sorpresa, il celebre "Spiderman", ha ricevuto l’invito ufficiale a tornare laggiù: ma stavolta, solo per scalare una montagna.

Il motivo del "dietro-front" si cela negli anfratti della complessa burocrazia cinese, che a quanto pare rende difficile la circolazione delle informazioni.
 
Robert, 45 anni, nel maggio scorso aveva scalato gli 88 piani della "Jin Mao Tower" di Shanghai vestito da Uomo Ragno, ed era stato subito arrestato. Dopo averlo tenuto per un paio di settimane in cella, il governo cinese lo aveva espulso e bandito dal paese per cinque anni.
 
Ora, incredibilmente, a Robert è arrivato l’invito a tornare sul suolo cinese. A formularlo, le autorità locali della provincia di Hunan, che vorrebbero vederlo scalare in libera il monte Tianmen (1,518 metri), nello Zhangjiajie National Forest Park.
 
Soprannominato lo "Yellowstone cinese", il Parco è una delle zone più spettacolari del territorio: dal 1992 fa anche parte degli World Heritage Site delle Nazioni Unite. Il governo locale avrebbe invitato lo scalatore a compiere l’impresa per promuoverne il turismo.
 
A quanto pare, sulle prime è stato un errore. Il governo locale sembra non sapesse che l’atleta francese fosse stato bandito dal paese. Poi però ha fatto valere le sue ragioni, lottando contro ben sette dipartimenti del governo centrale. E alla fine sembra averla spuntata.
 
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.