• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Esteri

Muore d’infarto a pochi metri dalla cima

CARDIFF, Gran Bretagna — Ha avuto un collasso cardiaco a pochi metri dalla cima del Mount Snowdon, la vetta più alta del Galles. Lo hanno trovato, in fin di vita, alcuni escursionisti che salivano dopo di lui. Ma l’uomo è morto durante il trasferimento in ospedale.

La tragedia è accaduta nel weekend in Gran Bretagna. Robert William Langham, escursionista inglese di 53 anni,è stato colpito da un infarto mentre saliva lungo il sentiero "Pyg Track", sul versante orientale dello Snowdon (1.085 metri).
 
Stava scalando la montagna con la famiglia e alcuni amici, ma, probabilmente affaticato, si era attardato rispetto al gruppo. Mancavano pochi metri alla cima, dove li avrebbe raggiunti, ma Langham non è riuscito a raggiungerla.
 
Improvvisamente si è accasciato a terra e ha perso conoscenza. I primi a trovarlo sono stati degli escursionisti che salivano dopo di lui, e che hanno subito chiamato i soccorsi. Tra loro c’era un medico, che ha provato a rianimarlo, ma senza successo. Le sue condizioni erano troppo gravi e il decesso è sopraggiunto poco dopo.
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *